“Arenzano in Danza”, successo oltre le aspettative per il festival

La premiata Elena Bottaro (foto Fabio Bellinzoni)

Successo oltre le aspettative per la ventitreesima edizione di “Arenzano in Danza”, il Festival della Danza della Liguria, ideato e diretto dall’alessandrina Patrizia Campassi, patrocinato dalla
Regione Liguria, dal Comune di Arenzano e dal CSI Genova.

La scorsa settimana di stage, il Concorso dei giovani talenti e la serata del Gran Gala di sabato 7 luglio hanno portato novità ulteriori sull’ambizioso programma 2018.

Gli ospiti dell’edizione, prestigiosi nomi nel mondo della danza, sono stati premiati nella serata conclusiva con i riconoscimenti propri del Festival: il maestro russo Oleg Vinogradov, il direttore della Scuola del Teatro San Carlo di Napoli Stephan Fournial e l’etoile Renata Calderini hanno ricevuto il premio alla carriera “DanzArenzano Arte”, al ballerino e coreografo televisivo Stefano Forti è stato consegnato il premio DanzArenzano Media Show mentre Elena Bottaro del Corpo di Ballo dell’Opera di Vienna è stata la premiata per l’Excellent Dancers Grand Prix. Proprio la Bottaro, che si è esibita durante il Gran Gala con il suo compagno Andres Garcia Torres in un passo a due da “Giulietta e Romeo”, ha impressionato favorevolmente gli ospiti del Festival tanto che il Maestro Oleg Vinogradov – fondatore del Washington Ballet e presidente del Consiglio della Danza mondiale dell’Unesco dallo scorso novembre – ha deciso di regalarle una sua coreografia.

Il maestro Vinogradov, inoltre, durante la conferenza di presentazione ufficiale del Gran Gala ha proposto di elaborare un documento, insieme ai nomi illustri del panorama del balletto italiano e ai colleghi presenti ad “Arenzano in Danza”, da presentare al Governo e alle istituzioni affinchè la danza in Italia torni ad avere il valore che merita e il peso che le spetta nelle voci di bilancio destinate all’arte e alla cultura.

«Il balletto è nato in Italia ma i vostri politici se ne sono dimenticati – ha commentato Vinogradov –: in Russia la danza è un’arte rispettata e insegnata nelle scuole pubbliche. In Italia è l’ora di un cambiamento di rotta, a cominciare dai riferimenti istituzionali».

EVENTI (vai all'agenda completa) 

09:30
Lunedì 14 gennaio alle 9,30 nella Sala Consiliare Sandro Pertini del Comune di Cogoleto, si inaugura la mostra itinerante “1938-2018 Ricordando…le leggi razziali”, alla presenza di Marina Costa, vicesindaco di Cogoleto. La mostra rimarrà aperta[...]
Sala Consiliare
09:30
Venerdì 18 gennaio l’Unitre di Arenzano e Cogoleto organizza una bellissima escursione alla Madonna della Guardia di Varazze, la chiesetta che si vede svettare su una collina tra Cogoleto e Varazze e dalla quale si[...]
21:00
Venerdì 18 e sabato 19 gennaio, alle ore 21, presso il Teatro Il Sipario Strappato di Arenzano (via Marconi 165) andrà in scena “La collina di Spoon River e le canzoni di Fabrizio De André”.[...]
Teatro "Il Sipario Strappato"
14:30
Sabato 19 gennaio dalle 14,30 al Casone ex Muvita di Terralba, l’Accademia Musicale di Arenzano presenta l'”Open Day, Porte aperte all’Accademia”. Verranno presentate le attività sociali, i docenti e i programmi didattici del 2019. Nell’ambito[...]
Casone del Muvita
19:45
Sabato 19 gennaio alle 19,45 a Masone l’Associazione Noi per Voi organizza la “Serata del Pansotto“, presso il salone dell’Opera Monsignor Macciò. Il menù della serata comprende aperitivo, pansotti alla salsa di noci, pansotti burro[...]
Salone dell'Opera Monsignor Macciò
21:00
Venerdì 18 e sabato 19 gennaio, alle ore 21, presso il Teatro Il Sipario Strappato di Arenzano (via Marconi 165) andrà in scena “La collina di Spoon River e le canzoni di Fabrizio De André”.[...]
Teatro "Il Sipario Strappato"
00:00
Domenica 20 gennaio dalle 8,30 alle 18,30 in via Bocca ad Arenzano, appuntamento mensile con il Mercatino dell’Antiquariato e del Collezionismo a cura del CIV. Tra oggetti vintage, mobili d’epoca, oggetti da collezione, si potranno[...]
00:00
Domenica 20 gennaio si partirà da Sassello, insieme alla Guida del Parco, per attraversare incantate faggete e boschi di betulle e raggiungere il Monte Avzè, da dove lo sguardo potrà abbracciare lo splendido panorama sottostante[...]