FOTO – California Club JiuJitsu vince nella specialità accademica al trofeo Gino Bianchi

California Club JiuJitsu vince nella specialità accademia al trofeo dedicato al Maestro Gino Bianchi e si aggiudica il terzo posto nella classifica delle società.

Una gara distribuita su due giorni nella quale quasi tutti sono saliti a podio e hanno regalato emozioni ai genitori e agli insegnanti che hanno seguito i propri allievi a bordo tatami.

Chi era Gino Bianchi

BIAGIO BIANCHI (detto GINO) nacque a Genova il 14 Giugno 1914, arruolato nella Marina Militare, si trovò comandato in Cina e precisamente a Tien Tsin, quando la Cina fu occupata dal Giappone e l’Italia come sua alleata aveva avuto la colonia di Tien-Tsin, qui ebbe dei contatti con militari Giapponesi e frequentò palestre di Ju Jitsu.

Nel 1945 dopo la guerra, dove i giovani ormai liberi da impegni militari cercavano altri interessi oltre lo studio e il lavoro, iniziò una difficile opera di diffusione del Ju Jitsu, Gino Bianchi divenne un mito per quella sua conoscenza di tecniche che per l’epoca venivano considerate “invincibili “.

– Nel 1946 povero ma molto idealista Gino Bianchi insegnò prima ad un gruppo di amici in un piccolo locale nella prima palestra storica del Ju Jitsu moderno, in via Ogerio Pane, sulle alture di Genova, poi con l’aumento della sua popolarità fu fondata la seconda palestra, affittando degli spazi, nei locali della palestra comunale di salita della Torretta (in Castelletto).

– Gli anni Cinquanta furono intensi anni di divulgazione, il Ju Jitsu ammesso ma non concesso non era ancora conosciuto a livello di massa, era spesso e volentieri confuso col Judo.

– Il Metodo Bianchi: un metodo da lui studiato per scremare il Ju Jitsu imparato in Cina e riportato nella società occidentale che avrebbe potuto rivelarsi poco compatibile con la realtà dell’occidente, era composto da 5 gruppi (settori) di 20 tecniche l’uno.

-Nel 1950 fu fondata la palestra di Salita Famagosta, sempre a Genova, questa, rimase la sede definitiva del maestro Bianchi.

– Gino Bianchi comprese a fondo l’importanza della diffusione, anche in termini coreografici; nacquero così i “ KASE – HITO “ , in Giapponese “KASE“ significa vento, “HITO“ significa uomo. UOMINI VENTO che erano atleti molto bravi, ad alto livello atletico, e molto coreografici nel fare spettacolo, fondendo tecniche di autodifesa con tecniche volanti (accademia).

Il kase hito sulla cintura

Attualmente gli allievi della California Club portano l’ideogramma del kase hito cucito sulla cintura proprio in onore del primo stile di jiujitsu nato in Italia.

A cura degli insegnanti della California Club JiuJitsu (Rita Tana, Davide Adami, Cristina Caviglia, Diego Santin, Roberta Mascaro, Giorgio Gastaldi)

EVENTI (vai all'agenda completa) 

00:00
Dal 21 al 25 aprile il Parco Negrotto Cambiaso di Arenzano ospiterà la XIX edizione di Florarte, la manifestazione più attesa della primavera, dedicata quest’anno al Maestro Luiso Sturla. Nella serra liberty del Parco vengono[...]
parco Negrotto Cambiaso
00:00
Riconosciuto dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo tra gli eventi per le celebrazioni dell’anno europeo del patrimonio culturale, il programma del Parco del Beigua, in collaborazione con i Comuni del[...]
Apr 21@13:00–Apr 22@20:00
13:00
Sabato 21 e domenica 22 aprile si svolgerà al Grand Hotel di Arenzano la quinta edizione evocativa del “1° Campionato Italiano di Subbuteo”, dell’aprile 1974.  Sui 24 campi che verranno allestiti all’interno del Grand Hotel,[...]
Grand Hotel
00:00
Dal 21 al 25 aprile il Parco Negrotto Cambiaso di Arenzano ospiterà la XIX edizione di Florarte, la manifestazione più attesa della primavera, dedicata quest’anno al Maestro Luiso Sturla. Questo il programma di domenica 22 aprile:[...]
08:00
Domenica 22 aprile la Polisportiva Arenzano Sezione Atletica organizza la 30a edizione di “Una corsa per la vita”, corsa podistica su percorso panoramico di circa 10 km. La manifestazione costituisce la prova di apertura del[...]
12:00
Domenica 22 aprile la Confraternita di San Lorenzo di Cogoleto organizza una bella Polentata con sughi vari, salsiccia e patatine fritte. L’appuntamento è per le 12 davanti all’Oratorio di San Lorenzo.  E dalle 15 le[...]
Oratorio di San Lorenzo
00:00
Dal 21 al 25 aprile il Parco Negrotto Cambiaso di Arenzano ospiterà la XIX edizione di Florarte, la manifestazione più attesa della primavera, dedicata quest’anno al Maestro Luiso Sturla. Questo il programma di lunedì 23 aprile:[...]
00:00
Dal 21 al 25 aprile il Parco Negrotto Cambiaso di Arenzano ospiterà la XIX edizione di Florarte, la manifestazione più attesa della primavera, dedicata quest’anno al Maestro Luiso Sturla. Questo il programma di martedì 24 aprile:[...]