Ius soli, anche il vicesindaco di Cogoleto Marina Costa aderisce allo sciopero della fame

Sulla scia del ministro Graziano Delrio, dei sottosegretari Benedetto Della Vedova e Angelo Rughetti, e di tanti insegnanti, anche il vicesindaco di Cogoleto Marina Costa aderisce allo sciopero della fame per approvare la legge per lo Ius soli, promosso dal senatore Pd Luigi Manconi e dai Radicali.

«Lo Ius soli era già stato presentato nel 2010 da Livia Turco e Luciano Violante  – ricorda Costa – dopo un tavolo di lavoro a cui parteciparono esperti, filosofi e politologi di destra e sinistra. La legge proposta adesso è più temperata, pone dei limiti, ma è una legge di civiltà. Ci sono ragazzi che nascono qui ma non sono interessati a tornare nel loro paese di origine, si sentono italiani a tutti gli effetti, parlano italiano, hanno amici italiani, hanno fatto le scuole in Italia. Poi è una legge che serve per l’integrazione e la convivenza tra persone, se si hanno ufficialmente i diritti e i doveri riconosciuti dall’acquisizione della cittadinanza ci si sente anche più responsabili. Penso che questa, portata avanti negli anni scorsi con raccolte firme e ora con lo sciopero della fame, sia una battaglia di civiltà».  

Lo Ius soli è un principio per cui chi nasce nel territorio di un certo stato acquisisce automaticamente la cittadinanza. Vale negli Usa, in Canada, e in molti paesi dell’America Latina. In Europa alcuni stato hanno adottato lo “Ius soli temperato”. In Italia ad ora vige lo Ius sanguinis, ovvero si diventa italiani se uno dei due genitori ha la cittadinanza italiana (anche se si nasce all’estero). Il disegno di legge di cui si sta parlando in questi giorni, attualmente fermo al Senato, prevede lo Ius soli temperato e lo Ius culturae: per quanto riguarda lo Ius soli temperato, chi nasce in Italia acquisisce la cittadinanza italiana se almeno uno dei due genitori gode del permesso dell’Unione Europea per soggiornanti di lungo periodo o di diritto di soggiorno illimitato, e risulta residente legalmente in Italia da almeno 5 anni (i genitori extracomunitari devono anche avere un reddito non inferiore all’importo annuo dell’assegno sociale, un alloggio idoneo e superare un test di conoscenza della lingua italiana). Lo Ius culturae invece stabilisce che chi è nato in Italia e chi è entrato in Italia entro i 12 anni acquisirà la cittadinanza se ha frequentato regolarmente una scuola per almeno 5 anni in Italia.

Sia per lo Ius soli sia per lo Ius culturae l’acquisizione della cittadinanza deve essere richiesta da un genitore (o chi ne fa le veci) entro i 18 anni del figlio. Se ciò non accade, il diretto interessato può fare richiesta entro i 20 anni.

EVENTI (vai all'agenda completa) 

21:00
Arenzano e Cogoleto – come avevamo anticipato in questo articolo – si uniscono per affrontare insieme l’emergenza punteruolo rosso con un incontro pubblico volto a informare la popolazione. L’appuntamento è mercoledì 25 ottobre alle ore[...]
Comune di Arenzano
21:00
A.C.C.O. – Associazione Culturale Cogoleto Otto, per il ciclo “Incontri Culturali ACCO” ha l’onore di ospitare Simona Garbarino il 27 ottobre alle 21 presso il Club Velico. Attrice di teatro e televisione (diversi ruoli interpretati[...]
Club Velico Cogoleto
00:00
Il Comitato Carnevale dei ragazzi di Arenzano organizza tre giorni di festa per Halloween 2017, in collaborazione con il Comune e con il Civ. Ecco il programma: SABATO 28 OTTOBRE Ore 15, via Bocca: Laboratori Artistici[...]
00:00
Il Comitato Carnevale dei ragazzi di Arenzano organizza tre giorni di festa per Halloween 2017, in collaborazione con il Comune e con il Civ. Ecco il programma: SABATO 28 OTTOBRE Ore 15, via Bocca: Laboratori Artistici[...]
00:00
Il Comitato Carnevale dei ragazzi di Arenzano organizza tre giorni di festa per Halloween 2017, in collaborazione con il Comune e con il Civ. Ecco il programma: SABATO 28 OTTOBRE Ore 15, via Bocca: Laboratori Artistici[...]
00:00
Cogoleto ricorda l’illustre concittadino Cristoforo Colombo dedicando all’Ammiraglio  un programma di appuntamenti tesi a promuovere e valorizzare le radici di “Cogoleto  paese natale di Cristoforo Colombo”. Gli appuntamenti di “C’era una volta….Sì c’era Cristoforo Colombo” iniziano[...]