M5S Arenzano: una mozione per i raccoglitori di mozziconi di sigarette e chewingum

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il comunicato stampa del M5S Arenzano:

Il M5S Arenzano ha depositato una mozione per i raccoglitori di mozziconi di sigarette e gomme da masticare.

Come abbiamo sempre ribadito negli incontri pubblici e in campagna elettorale, il M5S​ ​Arenzano​ intende svolgere non solo un’attività di controllo, ma anche un lavoro di proposta, cercando di mantenere fede al proprio programma, pur stando nelle fila della minoranza.

«Infatti – sostiene la portavoce Sabrina Traverso – è nostra​ ​intenzione​ ​proporre al​ ​Sindaco​ ​e​ ​alla​ ​Giunta,​ ​uno​ ​ad​ ​uno,​ ​tutti​ ​i​ ​punti​ ​del​ ​nostro​ ​programma, cercando di portare avanti parallelamente anche alcune istanze inerenti i temi che stanno a cuore alla cittadinanza arenzanese, così come avevamo promesso ai nostri elettori. Uno degli argomenti che è stato spesso al centro del dibattito pubblico e al quale, come gruppo locale, abbiamo sempre dedicato tempo e spazio per elaborare proposte concrete ed efficaci, è quello ambientale, con un focus specifico sulla gestione dei rifiuti».

Ora, in attesa che si delinei definitivamente la trasformazione di Aral con l’affidamento del servizio di igiene urbana e raccolta rifiuti in modalità cosiddetta in house providing, abbiamo ritenuto doveroso sollecitare la giunta su una questione a nostro avviso trascurata: la mancanza di un’adeguata distribuzione sul territorio comunale di specifici raccoglitori per i mozziconi di sigarette, le gomme da masticare e altri piccoli rifiuti dannosi e inquinanti.

Nelle vie e nelle piazze del centro storico di Arenzano, nella passeggiata, nei parchi, nelle spiagge libere e negli altri luoghi pubblici esterni non risultano presenti in maniera soddisfacente o risultano addirittura assenti contenitori specifici per i piccolissimi rifiuti pertanto, oltre a noi, anche diversi cittadini lamentano significativi disagi a causa delle carenze di cui sopra.

È opportuno ricordare che, pur essendo piccoli e apparentemente innocui, i mozziconi gettati a terra sono rifiuti tossici che rilasciano sostanze inquinanti nel suolo, nell’acqua e nell’aria, e impiegano più di 5 anni per degradarsi. Dal punto di vista numerico, i mozziconi di sigaretta sono il rifiuto singolo più abbondante sulla Terra.

Secondo uno studio condotto da ENEA, il numero complessivo di mozziconi immessi in ambiente ogni anno in Italia è di 72 miliardi.

Anche le gomme da masticare, dopo i mozziconi di sigaretta, costituiscono il secondo rifiuto più diffuso al mondo: ogni anno ne vengono consumate circa 23.000 tonnellate, delle quali una buona parte finisce sulle strade o nelle acque. Il fattore che amplifica il problema è l’elevato numero consumato e immesso nell’ambiente.

Inoltre, non bisogna trascurare il fatto che per la pubblica amministrazione, entra in gioco anche un aspetto economico di spesa non trascurabile. Infatti essa si vede costretta a sostenere costi esorbitanti per rimuovere i mozziconi e soprattutto le perniciose gomme da masticare dalle strade, dai monumenti e da altri elementi dell’arredo urbano (basti pensare che rimuovere una gomma da masticare costa circa 1 euro). Oneri che vengono poi riversati sulla tassa dei rifiuti.

Pensiamo pertanto che sia compito della pubblica amministrazione agevolare il cittadino, nonché i visitatori, creando le condizioni idonee per conferire questa tipologia di rifiuti, ovunque esso si trovi.

Inoltre dal 2 febbraio 2016 é entrata in vigore la legge 221/2015 che prevede esplicitamente il divieto di gettare mozziconi ​nelle acque o negli scarichi con analoghe sanzioni, ma anche multe per chi getta per terra scontrini, fazzoletti di carta e gomme da masticare.

Per tutti questi motivi abbiamo depositato una mozione con la quale impegniamo il Sindaco e la Giunta affinché provvedano, di concerto con il gestore Aral, ad installare nelle strade, nei parchi e nei luoghi di alta aggregazione sociale, appositi contenitori per la raccolta dei mozziconi e delle gomme da masticare​, così che nessuno abbia “scuse” per gettare questi rifiuti per terra o nelle caditoie; abbiamo altresì chiesto che il Comune si impegni ad applicare le relative sanzioni, ​anche in virtù del fatto che, secondo la legge sopracitata, il 50% degli introiti delle ammende pecuniarie potranno essere reinvestiti per l’installazione di altri raccoglitori, per campagne di sensibilizzazione​ ​e​ ​per​ ​la​ ​pulizia​ ​fognaria.

Con l’installazione dei suddetti raccoglitori nei luoghi pubblici, oltre a razionalizzare i costi, si sensibilizzerebbe ulteriormente la cittadinanza al fine di ridurre l’inquinamento del suolo e delle acque.

Vorremmo infine ricordare che già in passato, prima che venisse pubblicata la legge sopra citata, il nostro gruppo locale si era impegnato a sensibilizzare la cittadinanza sull’argomento, distribuendo presso i nostri gazebo i portacenere portatili e informando sui danni che i mozziconi provocano all’ambiente.

Siamo dell’idea che, per apportare migliorie, ognuno debba fare la propria parte.

EVENTI (vai all'agenda completa) 

10:30
Dal 18 al 24 novembre, nell’ambito della settimana nazionale “Nati per leggere“, la Biblioteca Civica “G. Mazzini” di Arenzano organizza una serie di incontri con letture per bambini da 0 a 6 anni. Si inizia[...]
Biblioteca "G. Mazzini"
16:30
Mercoledì 22 novembre dalle 16,30 alle 17,30 presso la Biblioteca Civica “E. Firpo” di Villa Nasturzio a Cogoleto, i bambini tra i 3 e i 6 anni si potranno perdere in “Un mondo di colori“,[...]
Biblioteca Civica Firpo - Villa Nasturzio
00:00
Lunedì 29 novembre in occasione della Giornata Internazionale per i Diritti dell’Infanzia, in alcuni negozi Coop (tra cui Arenzano e Cogoleto) saranno in vendita le “Pigotte”, le famose bambole di stoffa dell’Unicef, questa volta realizzate[...]
00:00
Cogoleto ricorda l’illustre concittadino Cristoforo Colombo dedicando all’Ammiraglio  un programma di appuntamenti tesi a promuovere e valorizzare le radici di “Cogoleto  paese natale di Cristoforo Colombo”. Gli appuntamenti di “C’era una volta….Sì c’era Cristoforo Colombo” iniziano[...]