Parole, parole, parole – Eugenio Montale per la Giornata Internazionale della Poesia

Maria Elena Dagnino, cogoletese, è stata professoressa di italiano e latino nei licei per 40 anni. Ora è docente per l’Unitre di Arenzano Cogoleto, di cui è anche socia storica.

________________________________________

21 marzo – GIORNATA INTERNAZIONALE della POESIA

Buona poesia con due liriche molto belle di Eugenio Montale, entrambe contenute in “Ossi di Seppia”

       FELICITA’  RAGGIUNTA

Felicità raggiunta,

si cammina per te sul fil di lama.

Agli occhi sei barlume che vacilla,

ai piedi ghiaccio teso

che s’incrina

e dunque non ti tocchi chi più t’ama.

Se giungi sulle anime invase di tristezza

e le schiari

il tuo mattino è dolce e turbatore

come i nidi delle cimase.

Ma nulla paga il pianto del bambino

a cui fugge il pallone tra le case.

                                     

      MERIGGIARE PALLIDO E ASSORTO

Meriggiare pallido e assorto
presso un rovente muro d’orto,
ascoltare tra i pruni e gli sterpi
schiocchi di merli, frusci di serpi.

Nelle crepe del suolo o su la veccia
spiar le file di rosse formiche
ch’ora si rompono ed ora s’intrecciano
a sommo di minuscole biche.

Osservare tra frondi il palpitare
lontano di scaglie di mare
mentre si levano tremuli scricchi
di cicale dai calvi picchi.

E andando nel sole che abbaglia
sentire con triste meraviglia
com’è tutta la vita e il suo travaglio
in questo seguitare una muraglia
che ha in cima cocci aguzzi di bottiglia.

 

 

 

EVENTI (vai all'agenda completa) 

00:00
Dopo l’accordo di collaborazione stipulato in febbraio tra il Collegio Regionale delle Guide Alpine Liguria e l’Ente Parco, ha preso il via un calendario di appuntamenti per avvicinare alla pratica di sport di montagna. Per[...]
Parco del Beigua