VIDEO – Cenedesi: «Siamo gli unici che vogliono davvero salvare la Porto di Arenzano»

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Paolo Cenedesi, Lega Nord:

La Lega appoggia e condivide la posizione del nostro consigliere comunale Maurizio Annitto di abbandonare l’aula al momento della votazione sulla ricapitalizzazione della Porto di Arenzano (unitamente ai consiglieri Traverso, Muscatello e Magliocchetti).

Di seguito alcune mie spiegazioni. In alto, un video registrato con Maurizio Annitto alla fine del Consiglio, a cui ho assistito da spettatore insieme ad altri amici del nostro gruppo. 

PERCHE’ IL COMUNE DEVE METTERE ALTRI SOLDI NELLA PORTO (al momento 226 mila euro)?

Perché negli anni della passata era Gambino, che ora fa il salvatore della patria, sono stati fatti tanti e tali casini (per essere buoni ed usare un eufemismo) che negli ultimi esercizi sono state correttamente effettuate delle svalutazioni e “pulizie” del bilancio che hanno eroso il cospicuo Patrimonio Netto, a tal punto da farlo diventare negativo.

CHI VUOLE VERAMENTE SALVARE LA PORTO E TUTELARE I LAVORATORI?

Tutti quei gruppi politici e consiglieri comunali (tra cui noi ed il nostro consigliere Annitto) che alla fine del 2017 si sono opposti alla delibera in cui si decideva di vendere la Società. Delibera che ha generato in questi 9 mesi gravi danni ed ha messo in apprensione i lavoratori e le loro famiglie rischiando di pregiudicare il buon lavoro fatto dal Presidente e dagli Amministratori. Delibera attualmente sospesa perché in contraddizione con quanto deciso ieri sera.

IN QUALI CONDIZIONI SI E’ VOTATA LA DELIBERA?

Con il parere negativo della funzionaria della ragioneria, del revisore dei conti e del segretario comunale. Quest’ultimo in maniera pilatesca non ha partecipato alla commissione nonostante fosse stato richiesto dalla minoranza. In una azienda privata sarebbe stato licenziato dopo dieci minuti.

La maggioranza (che evidentemente non teneva tanto alla cosa) non aveva neanche il numero legale al momento della votazione.

COSA NON ANDAVA IN QUESTA DELIBERA?

Nel delibera oltre ai 216 mila euro vengono stanziati 10 mila euro di ricostituzione del capitale sociale. In realtà il piano pluriennale economico finanziario, allegato alla delibera, prevede per il capitale sociale che il comune eroghi alla Porto Spa 100 mila euro  e non solo 10 mila. Al di la della superficialità e del pressapochismo della cosa, la questione è sostanziale perché con 90 mila euro in meno il piano previsto non regge più. Per sopperire alla cosa è stata approvata, a margine della delibera, un generico ordine del giorno di impegno a stanziare altri importi se necessario (ordine del giorno non supportato da niente e probabilmente in contrasto con le normative vigenti ancora da chiarire)

E’ stato inoltre palese nella commissione, convocata a ridosso del Consiglio Comunale, che il Sindaco e gli Assessori brancolassero completamente nel buio: non sapevano come mai la delibera dicesse 10 e l’allegato dicesse 100 e neanche come è stato finanziato l’importo complessivo. E’ stato necessario l’intervento telefonico della funzionaria che non ha chiarito del tutto le diverse questioni; non è ancora del tutto chiaro a titolo di esempio perché la cifra complessiva sia stata attinta dall’avanzo e non già fin d’ora dall’apposito fondo per la copertura delle perdite delle società partecipate e perché ci fossero queste discrepanze tra un documento e l’altro e sulla base di quali norme. 

COSA HA CHIESTO ANNITTO CON L’APPOGGIO DEI CONSIGLIERI TRAVERSO, MUSCATELLO E MAGLIOCHETTI?

Di sospendere per il tempo necessario il Consiglio Comunale (una o due settimane) e aggiornarci quando saranno più chiare e definite le cose, con un piano finanziario, eventualmente rielaborato, in linea con la delibera  e con le esigenze di cassa della Società. Sono più di due anni che bisogna, ai sensi del codice civile, ricapitalizzare la società; se passavano ancora due settimane non sarebbe certo cambiato niente.

 COME MAI, NONOSTANTE TUTTO, LA DELIBERA E’ PASSATA LO STESSO?

Perché al momento del voto il Gruppo Apertamente Arenzano capeggiato dalla consigliera Tedeschi è rimasto in aula garantendo il numero legale nonostante fino all’ultimo, buona parte dei componenti del gruppo, avesse valutato con interesse l’ipotesi di uscire dall’aula condividendo dubbi e perplessità e nonostante non fossero neanche d’accordo su cosa votare (cosa che poi è stata con due voti a favore ed una astensione).

 

EVENTI (vai all'agenda completa) 

00:00
Sabato 20 e domenica 21 ottobre torna “Altro che hobby” il mercatino dei creativi di Cogoleto. L’appuntamento è sul lungomare dalle 9 del mattino fino a sera, tra bancarelle di oggettistica, abbigliamento, bigiotteria e tanto[...]
Lungomare
15:00
–PER CAUSE DI FORZA MAGGIORE L’EVENTO E’ RIMANDATO A SABATO 27 OTTOBRE— Protagonisti della stagione autunnale, dal bosco alla tavola, sono i funghi: sabato 13 ottobre nel pomeriggio, accompagnati dalla Guida del Parco e dal micologo Fabrizio Boccardo,[...]
21:34
Un Halloween “da brivido” ad Arenzano, con i festeggiamenti organizzati dal Comitato Carnevale che andranno avanti per tre giorni, il 27, 28 e 31 ottobre 2018.  Si inizia sabato 27 in via Bocca alle ore[...]
Arenzano
20:30
Rita Tana, l’atleta arenzanese campionessa di brazilian jiu jitsu, ha già vinto davvero tanti trofei, salendo sul podio di sette campionati europei, cinque campionati europei no gi (senza kimono), mondiale di brazilian jiu jitsu, per[...]
La Kascia