attentiaqueidueemmepiemmepi
attentiaqueidueemmepiemmepi

Arenzano e Cogoleto: verso la Città Metropolitana?

Ieri sera, nella sala consiliare del Comune di Cogoleto, si è tenuto un incontro tra i consiglieri comunali di Arenzano e Cogoleto e i rappresentanti dell’Anci Liguria – tra cui il segretario Pierluigi Vinai – per parlare della città metropolitana e chiarire alcuni aspetti fondamentali su questa nuova istituzione. Le ipotesi per i due comuni rivieraschi sono due: entrare nella città metropolitana, o spostarsi nella provincia di Savona e Imperia.

Mentre l’amministrazione di Cogoleto è propensa alla prima soluzione, ovvero a entrare nella città metropolitana, Arenzano non ha ancora deciso. Nessuna delle due soluzioni sembra far sorridere il primo cittadino arenzanese: se da una parte la paura è venire inglobati in un sistema in cui Arenzano rappresenterebbe una piccola percentuale, con un sindaco metropolitano che non riuscirebbe a garantire la sua presenza sul vasto territorio dell’area, dall’altra – entrando nella Provincia del Ponente – il comune entrerebbe a far parte di una delle province più estese d’Italia. Insomma la situazione è ancora in continua evoluzione: quel che è certo è che ad Arenzano si discuterà di città metropolitana nel consiglio comunale di domani sera (leggi l’odg), e che il 6 ottobre alle 10 al Nuovo Cinema Italia si terrà un incontro pubblico per fare il punto della situazione.

L’opposizione intanto si scalda: il centrodestra di Arenzano e Cogoleto è da sempre contrario all’adesione dei due paesi alla città metropolitana. Francesco Biamonti – consigliere comunale della Lega Nord di Cogoleto – annuncia su Facebook: «Nei prossimi giorni insieme al consigliere Paolo Bruzzone (capogruppo del centrodestra in consiglio comunale, ndr) avvieremo alcune iniziative, probabilmente una raccolta firme. Il termine ultimo per non farsi “fagocitare” da Genova è il 23/10/2012».