FOTO – L’ex scuola di Terralba torna a vivere con i bimbi del Ghigliotti

Inizia oggi – con qualche giorno di anticipo – la nuova avventura dei bambini dell’asilo Ghigliotti di Arenzano a Terralba. Per motivi di sicurezza, il sindaco Luigi Gambino l’11 settembre aveva firmato un’ordinanza per chiudere il plesso di via Sauli Pallavicino (gestito di privati ma di proprietà comunale).

Dopo aver visionato alcune alternative – tra cui il Muvita e Villa Figoli – il Comune ha scelto di concedere al Ghigliotti gli spazi dell’ex scuola elementare di Terralba, che però avevano bisogno lavori, fatti d’urgenza in modo da poter garantire di nuovo quanto prima una sistemazione ai bambini. L’apertura dell’asilo in questa nuova sistemazione era prevista per la seconda settimana di ottobre, ma i lavori che hanno riguardato principalmente servizi igienici e giardino sono durati meno tempo del previsto, e dunque oggi ufficialmente l’ex scuola di Terralba torna a rivivere, seppur temporaneamente. In via Festa dunque tornano i bambini, tra colori, giochi, e grembiulini, per la gioia dei residenti a cui, la succursale della primaria (chiusa per mancanza di iscrizioni), quando era aperta, metteva allegria: «Ringrazio gli operai della ditta incaricata che hanno lavorato senza risparmiarsi per poter aprire il plesso il prima possibile, apportando  – commenta l’assessore all’Istruzione Giovanna Damonte – e le maestre del Ghigliotti che hanno preparato tutto il necessario per allestire i locali e far sentire a loro agio i piccoli alunni dell’asilo. Sono 57 ad oggi i bambini che, dal centro del paese, potranno prendere il pullmino che li accompagnerà fino a Terralba, e ritorno». A pagare quest’ultimo servizio – che riguarda anche chi tornerà a casa per pranzo – non saranno i genitori bensì il Ghigliotti, che otterrà poi un contributo annuale più sostanzioso da parte del Comune. I bambini rimarranno a Terralba fino a quando il plesso di via Sauli Pallavicino non sarà stato messo in sicurezza. Quando accadrà, però, è difficile dirlo: innanzitutto il Comune deve reperire i fondi per intervenire sulla struttura, poi indire un bando e assegnare i lavori. Solo allora si potrà avere una stima di quanti mesi bisognerà aspettare prima di tornare in centro.

Parlando di scuola primaria, invece, oggi inizia anche il Pedibus: «Quest’anno ci sono 5 volontari in più – commenta Damonte – non posso che ringraziare il mondo del volontariato che ad Arenzano risponde sempre».

Inizia oggi – con qualche giorno di anticipo – la nuova avventura dei bambini dell’asilo Ghigliotti di Arenzano a Terralba. Per motivi di sicurezza, il sindaco Luigi Gambino l’11 settembre aveva firmato un’ordinanza per chiudere il plesso di via Sauli Pallavicino (gestito di privati ma di proprietà comunale).

Dopo aver visionato alcune alternative – tra cui il Muvita e Villa Figoli – il Comune ha scelto di concedere al Ghigliotti gli spazi dell’ex scuola elementare di Terralba, che però avevano bisogno lavori, fatti d’urgenza in modo da poter garantire di nuovo quanto prima una sistemazione ai bambini. L’apertura dell’asilo in questa nuova sistemazione era prevista per la seconda settimana di ottobre, ma i lavori che hanno riguardato principalmente servizi igienici e giardino sono durati meno tempo del previsto, e dunque oggi ufficialmente l’ex scuola di Terralba torna a rivivere, seppur temporaneamente. In via Festa dunque tornano i bambini, tra colori, giochi, e grembiulini, per la gioia dei residenti a cui, la succursale della primaria (chiusa per mancanza di iscrizioni), quando era aperta, metteva allegria: «Ringrazio gli operai della ditta incaricata che hanno lavorato senza risparmiarsi per poter aprire il plesso il prima possibile, apportando  – commenta l’assessore all’Istruzione Giovanna Damonte – e le maestre del Ghigliotti che hanno preparato tutto il necessario per allestire i locali e far sentire a loro agio i piccoli alunni dell’asilo. Sono 57 ad oggi i bambini che, dal centro del paese, potranno prendere il pullmino che li accompagnerà fino a Terralba, e ritorno». A pagare quest’ultimo servizio – che riguarda anche chi tornerà a casa per pranzo – non saranno i genitori bensì il Ghigliotti, che otterrà poi un contributo annuale più sostanzioso da parte del Comune. I bambini rimarranno a Terralba fino a quando il plesso di via Sauli Pallavicino non sarà stato messo in sicurezza. Quando accadrà, però, è difficile dirlo: innanzitutto il Comune deve reperire i fondi per intervenire sulla struttura, poi indire un bando e assegnare i lavori. Solo allora si potrà avere una stima di quanti mesi bisognerà aspettare prima di tornare in centro.

Parlando di scuola primaria, invece, oggi inizia anche il Pedibus: «Quest’anno ci sono 5 volontari in più – commenta Damonte – non posso che ringraziare il mondo del volontariato che ad Arenzano risponde sempre».

X