attentiaqueidueemmepiemmepi
attentiaqueidueemmepiemmepi

Arenzano, sequestrato il cantiere edile in cui era stata ritrovata un’antica fornace romana

Messo sotto sequestro il cantiere privato adiacente allo svincolo autostradale di Arenzano nella cui area erano stati ritrovati a marzo scorso i resti di una antica fornace risalente all’epoca imperiale romana.

A notare i reperti era stato a suo tempo un’arenzanese che aveva immediatamente avvertito Lucia Ferrari – in allora consigliera comunale ed oggi assessora all’ambiente – che a sua volta aveva subito avvertito la Soprintendenza per la tutela archeologica di questi reperti, da subito rivelatisi di notevole importanza.

Il provvedimento, tecnicamente un sequestro preventivo, è stato eseguito dalla Regione Carabinieri Forestale Liguria su disposizione del Tribunale di Genova e fa seguito – come spiegato dal Sindaco Francesco Silvestrini nell’ultimo consiglio comunale – ad una denuncia presentata da ASPI che avrebbe contestato la eccessiva vicinanza del cantiere alla carreggiata autostradale.

Ora per il cantiere – i cui lavori dovevano essere completati entro giugno 2024 – si apre un periodo di incertezza, necessariamente legato alle indagini in corso. Così anche per gli importanti reperti archeologici, per il cui studio si dovrà attendere il dissequestro dell’area.