attentiaqueidueemmepiemmepi
attentiaqueidueemmepiemmepi

Calcio Eccellenza, per l’Arenzano buon pareggio esterno nella prima di campionato

Esordio in trasferta per l’ Arenzano FC, che alla prima del campionato di Eccellenza 22-23 rende visita all’Athletic Albaro in quel di Sori portando a casa un buon punto.
Mister Corradi manda in campo Boschini, Damonte A., Pirozzi, Baroni F., Piccardo, Lupi, Della Rossa, Damonte A., Galleri, Biancato, Damonte L. I padroni di casa schierano Bartoletti, Ilardo, Cataldo, Pesce, Lembo, Donato, Thiam Souleye, Gaspari, Zazzeri, Verdiani, D’Arrigo.

Primo tempo a reti bianche con le due formazioni ancora un po’ imballate sia dalla preparazione sia dal caldo estivo. Da registrare solo due azioni degne di nota verso la fine del tempo: al 38° è A. Damonte per l’Arenzano ad andare vicino al gol con un bel colpo di testa mentre l’Albaro spreca al 42° con Ilardo, che trova il corridoio giusto per lanciarsi verso la porta di Boschini ma viene rimontato da Pirozzi che salva in angolo.

Secondo tempo decisamente più vivace: al 4° passano i padroni di casa con Ilardo ma dopo appena 5 minuti arriva l’immediata reazione dell’Arenzano che pareggia con il n.8 A. Damonte. Dopo un’altra buona occasione per gli ospiti – sempre con Damonte – arriva l’episodio che potrebbe decidere il match: al minuto 32 l’arbitro Ermini fischia un rigore per l’Albaro per fallo su Zazzeri ad opera di Lorenzo Damonte, che rimedia anche l’espulsione. Ilardo va sul dischetto ma batte con un po’ di presunzione, confezionando un cucchiaio fuori misura che finisce oltre la traversa. Scampato pericolo, ma ora l’Arenzano sembra patire un po’ e nei minuti finali ancora Ilardo potrebbe andare a segno ma la traversa e poi la riga gli negano la soddisfazione del gol. Finisce 1 a 1.

Tutto sommato per i ragazzi di mister Corradi va bene così: prima partita e primo punto. Grinta per il pareggio immediato ma ancora qualche ruggine estiva e meccanismi ancora da oliare. Il lavoro da fare non manca.
Domenica prossima esordio casalingo al Nazario Gambino con l’Imperia, cliente assai scomodo. E sarà subito un bel test.