attentiaqueidueemmepiemmepiemmepigaggero
attentiaqueidueemmepiemmepiemmepigaggero

Carabinieri di Arenzano arrestano rapinatore seriale, aveva colpito alla Carige di Cogoleto

I Carabinieri di Arenzano, su provvedimento di fermo emesso dal Pubblico Ministero, hanno arrestato G.F., 42enne, milanese, residente a Sesto San Giovanni (MI), responsabile di almeno sei rapine commesse in altrettante banche nel periodo di agosto e settembre fra le province di Genova e Savona.

Le indagini hanno avuto inizio con un’analisi fra i comandi del territorio, che ha permesso di verificare come in tutti i casi il “modus operandi” risultasse essere sempre lo stesso ed in particolare:

– il rapinatore entra in banca da solo;

– ha sempre il volto scoperto e perfettamente riconoscibile;

– minaccia gli impiegati con un arma da taglio “taglierino”

– indossa esclusivamente abbigliamento casual di una nota griffe.

Attraverso le immagini delle telecamere di videosorveglianza delle banche e le descrizioni fornite da vittime e testimoni, si è giunti alla conclusione che per tutti gli episodi l’autore fosse la medesima persona, cioè un cosddetto “rapinatore seriale”. L’uomo ha agito a volto scoperto con grande tranquillità, poiché probabilmente non era conosciuto nei luoghi dove ha commesso le rapine.

Gli episodi a lui attribuiti sono i seguenti:

1. 18.08.2014 ore 12:57 BANCA CARIGE 154 filiale di Cogoleto (GE) refurtiva € 3.000,00 (CLICCA QUI e leggi l’articolo di Cronache Ponentine);

2. 26.08.2014 ore 14:55 BANCA CARIGE 129 ag.29 Genova Via D.G. Storace € 4.000,00;

3. 29.08.2014 ore 14:50 CREDITO COOPERATIVO DI CHERASCO Cogoleto (GE), refurtiva €:0 (CLICCA QUI e leggi l’articolo di Cronache Ponentine);

4. 03.09.2014 ore 11:50 BANCA CARIGE 418 ag.78 Genova Via Murcarolo refurtiva € 165,00 ;

5. 03.09.2014 ore15:00 BANCA POPOLARE DI NOVARA Spotorno (SV) refurtiva: € 4.700,00;

6. 16.09.2014 ore 15:00 BANCA CARIGE 158 filiale di Masone (GE) refurtiva: € 12.400,00.

Il riscontro, anche attraverso l’utilizzo di sofisticati software, ha consentito di concentrare l’attenzione su G.F., già noto per un recente passato di rapinatore seriale e solitario di banche con uso di taglierino. L’uomo già in precedenza aveva colpito nell’area della provincia milanese ( Sesto San Giovanni, Bollate, Rho), risultando per altro sin dai primi pedinamenti un vero appassionato di abiti firmati, che indossava per le rapine.

G.F. è stato arrestato il 13 ottobre u.s. in via Monastero a Sampierdarena, individuato dal personale della Compagnia dei Carabinieri di Arenzano: in quel frangente, l’uomo era partito da Milano per dirigersi a Genova, città alluvionata e pertanto particolarmente vulnerabile.

La perquisizione domiciliare estesa all’abitazione di G.F. ha consentito di rintracciare abbigliamento e scarpe utilizzate dal rapinatore in occasione degli assalti agli istituti di credito.

Sono in corso ulteriori indagini per recuperare la refurtiva, nonché per accertare se lo stesso abbia avuto contatti con basisti o fiancheggiatori nelle zone rapinate.

X