CNC Liguria: «I coordinatori infermieristici fondamentali sempre, non solo durante le emergenze»

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il comunicato stampa del CNC Liguria:

Alla luce dell’emergenza dovuta al Covid-19, tra le tante figure che lavorano incessantemente per garantire l’adeguata assistenza sanitaria, anche i coordinatori infermieristici combattono in prima linea negli ospedali liguri. I capisala, pur tra molte difficoltà, mettono a disposizione con abnegazione e spirito di servizio la loro formazione, la loro esperienza e il loro know-how, rivendicando l’importanza spesso non riconosciuta del loro ruolo.

Il CNC-Liguria è vicino alla popolazione costretta al proprio domicilio, ai tanti pazienti ricoverati e isolati, sofferenti, privati dei loro affetti più cari, sostenuti nella loro lotta contro questo subdolo nemico da tutti gli “attori sul palcoscenico” dei luoghi di cura.
Un pensiero va in modo particolare a chi, purtroppo, ha perso persone care senza la possibilità di un ultimo saluto, di una stretta di mano, di un abbraccio che confortano chi li dona e chi li riceve. L’immaginario collettivo con difficoltà potrà ravvedere la reale situazione vissuta nei reparti di cura dove la competenza degli operatori non lasciano spazio a paura, stanchezza, demotivazione. 

I coordinatori infermieristici operano nella piena applicazione delle procedure, con expertise e deontologia per cui riescono a reagire prontamente a cambiamenti organizzativi repentini, aumento della complessità assistenziale, riadattamento dei modelli organizzativi, valutazione e riconversione dei setting assistenziali e dei percorsi di cura.Il coordinatore in questo caso diviene facilitatore, motivatore, coach, negoziatore ed efficace “trait d’union” con le diverse gerarchie aziendali, motivando i propri collaboratori, governando i processi, promuovendo il lavoro sicuro dove ne sembra impossibile la realizzazione. Come il “commissario tecnico” che permette a una squadra di perseguire risultati prestigiosi ed ambiti.

Il CNC Liguria ritiene che questo ruolo strategico non possa essere attuato serenamente da chi è stato insignito temporaneamente di un depersonalizzante incarico organizzativo revocabile e una collocazione giuridico economica non in linea con le complessità e le responsabilità: i capisala sono fondamentali sempre, non solo durante le emergenze.
Ora i coordinatori infermieristici sono in gioco, si rimboccano le maniche nonostante le difficoltà, i turni lunghi e stancanti, il cellulare sempre acceso, gli spostamenti di reparto per sostituire i colleghi che si ammalano e le responsabilità affidate senza preavviso nell’organizzazione di nuovi reparti. Ma occorre ripensare a una giusta collocazione di queste importanti figure, non adesso ma dopo, quando – e speriamo presto – l’emergenza sarà rientrata.

Nel frattempo, i caposala lanciano uno slogan: cittadini vi siamo vicini e stiamo lavorando per voi, ma voi aiutateci ad aiutarvi, state a casa!

Giorgio Gugole, presidente CNC Liguria
Giacomo Robello, segretario CNC Liguria
Giovanna Repetto, vicepresidente CNC Provincia di Genova

X