attentiaqueidueemmepiemmepiemmepiemmepigaggero
attentiaqueidueemmepiemmepiemmepiemmepigaggero

Croce Rossa Cogoleto – L’alluvione di Genova

 

Durante i giorni dell’Emergenza a Genova la Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Cogoleto ha garantito la copertura 118 24 ore su 24 e i servizi ordinari, ha monitorato il territorio Cogoletese e ha messo a disposizione della Sala Operativa Provinciale uomini e mezzi.

foto 2

I Volontari del Comitato fin da Giovedì 9 ottobre, viste le previsioni e le incessanti piogge che si stavano abbattendo sul genovese da tutta la giornata, sono stati allertati. Alle ore 21 a Montoggio, il rio Carpi esonda. I danni sono ingenti. A causa degli allagamenti, manca la corrente elettrica, l’acqua raggiunge il primo piano delle case, trascina alcune auto con persone bloccate all’interno dalla pressione dell’acqua esterna.

Alle ore 23.30 circa esonda il torrente Bisagno. L’acqua invade le strade e trascina auto parcheggiate. Sino alle tre di notte, a causa degli allagamenti, parte della città rimane senza corrente. In alcune zone l’interruzione di prolunga per uno, due giorni. Anche il rio Fereggiano, che determinò l’alluvione del 2011, esonda e allaga la zona di via Fereggiano e di corso Sardegna. Le acque del torrente Bisagno arrivano sino all’altezza di un metro e ottanta e trascinano molte auto incastrandole nei pressi dei tunnel pedonali e stradali accanto alla stazione Brignole. Oramai l’Emergenza sembrava fin troppo probabile… messaggi di problematiche ci venivano recapitati, sempre più frequentemente, dalle altre realtà di Croce Rossa. Ci si vede in sede per le 23.30 e si va in magazzino per preparare tutto il materiale necessario. Si carica sul furgone tutta l’attrezzatura:

2 Torri faro.

1 Generatore.

1 Motopompa ad immersione.

1 Motopompa per acque semi-pulite.

1 Idrovora per acque pulite/sporche.

Ovviamente anche pale, prolunghe elettriche, caschetti, torce, viveri, gambali ecc ecc.

foto 3

La squadra era pronta a partire e dà la propria disponibilità di pronta partenza alla Sala Operativa Provinciale.

Solo la mattina del 10 è arrivata la richiesta di attivazione e dopo poco 8 persone sono partite sui seguenti mezzi:

1 Autocarro con tutta l’attrezzatura.

1 Automedica con zaino di primo soccorso e sistemi in caso di emergenza.

1 Land Rover in caso di difficoltà a spostarsi.

Arrivati a Genova lo scenario era sconcertante. Il gruppo si è piso, due volontari sono andati a dare una mano ad evacuare un palazzo, mentre altri sono andati in zona Brignole per una perlustrazione. Raccolte le prime problematiche, principalmente allagamenti, la squadra ha iniziato a svuotare dall’acqua bar, negozi, appartamenti, fondi di palazzi , inoltre ha liberato tombini intasati, aiutato a spalare fango e aiutato la popolazione a segnalare problematiche ai Vigili del Fuoco.. Il lavoro si è protratto fino a tarda serata, ma la bontà e la generosità dei genovesi si è palesata verso l’ora di cena, quando due ragazze sono arrivate con una grossa pentola e un bel piatto caldo di pasta per tutti i Volontari. Verso mezzanotte la squadra ha sistemato tutta l’attrezzatura dentro i mezzi ed è tornata a Cogoleto.

foto 4

Sabato 11 ottobre altre 8 persone sono tornate a Genova, hanno continuato a lavorare nella zona di Via T. Invrea sgomberando i locali dall’acqua, assistendo i Vigili Urbani alla gestione del traffico, laddove non era permesso entrare, aiutando a sgomberare un palazzo pericolante e a pulire dal fango presente un asilo. La squadra ha lavorato duramente dalla mattina alla sera, verso le 20:00 è arrivata una seconda squadra di 7 persone per dare il cambio.

Sempre coordinati dalla Sala Operativa Provinciale, la nuova squadra ha aiutato a montare la tenda adibita nei giorni successivi a mensa in Piazza della Vittoria, successivamente è stata mandata a Cornigliano in Via S.Giovanni D’Acri dov’era già presente una squadra della Protezione Civile di Pontestura, a svuotare un enorme garage interrato. Il lavoro è terminato verso le 9.30. Dopo una breve colazione la squadra è ritornata a Cogoleto, dove nel pomeriggio ha pulito e risistemato il materiale utilizzato, preparandolo per una nuova partenza.

Visto il rischio crescente di allagamenti a Cogoleto, lunedì 13 ottobre i Volontari hanno garantito la presenza sul territorio continuando la copertura 118, avendo pronta una squadra per eventuali emergenze e partecipando al Centro Operativo Comunale (C.O.C.) per l’intera notte e giornata.

foto 5

Martedì 14 ottobre 8 volontari, congiuntamente alle squadre di protezione Civile di Pieve Ligure e di Sant’Olcese, hanno provveduto allo svuotamento di tutto il seminterrato allagato della Metropolitana di Brignole, anche qui, l’intervento si è protratto per tutta la giornata, infatti a fine pomeriggio la squadra è stata rimpiazzata da altri 5 volontari.

Sono stati giorni difficili in cui abbiamo chiesto ai nostri Volontari di dare il massimo. Lo hanno fatto, se non di più, hanno lavorato bene, si sono gestiti egregiamente. Dobbiamo essere tutti felici, perchè sappiamo che intorno a noi abbiamo persone con grandi qualità, che possono dare tanto alla comunità. che aggiungere…

Grazie!

 

X