attentiaqueidueemmepiemmepiemmepi
attentiaqueidueemmepiemmepiemmepi

Differenziata, agenti ambientali in azione. Damonte (Arenzano): «Invito i cittadini a essere responsabili»

Sono attivi gli agenti ambientali a ponente: tra Arenzano e Cogoleto tre persone si stanno muovendo in queste settimane per controlli a campione, e sono già partite le prime multe (da circa 50 euro l’una) dirette a coloro che conferiscono i rifiuti senza averli differenziati. 

Ad Arenzano, in particolare, da quando non c’è più Aral a occuparsi della gestione rifiuti la percezione è che si stia tornando indietro: da una parte aumentano gli indisciplinati che – percependo Amiu come distante o come un affare poco vantaggioso per i comuni di provincia – sono tornati a conferire tutto nel sacco dell’indifferenziata. Dall’altra il comune di Arenzano non controlla le decisioni di Amiu come invece poteva fare con la partecipata Aral, e per di più, essendo la società genovese molto più grande e burocratizzata, spesso servono mesi per attivare determinate procedure. Senza contare il personale che in questo momento – tra positivi al covid e soggetti comunque in quarantena – è ridotto.

SCARICA IL DEPLIANT DI AMIU CON LE ISTRUZIONI PER LA DIFFERENZIATA AD ARENZANO E COGOLETO

Ci sono comunque delle novità: «Abbiamo ottenuto la sostituzione di tutti i cassonetti del paese, attualmente in corso – dice l’assessore all’Ambiente di Arenzano Giovanna Damonte – e verranno lavati tutti i mesi da maggio a settembre e in inverno con cadenza trimestrale. Verranno anche posizionati tre moduli nuovi (via Buonarroti, via Rue e Ronchetto, ndr) con relative telecamere. Inoltre è stato istituito il porta a porta per i commercianti in via Capitan Romeo, è stata spostata l’isola ecologica di via San Giobatta in piazza Zembi, e stiamo valutando di portare in tutta Arenzano il porta a porta per i commercianti. In via Capitan Romeo finora sono stati consegnati da Amiu i sacchi per la plastica e stanno arrivando quelli per l’umido. Poi ci è arrivata una spazzatrice nuova e un soffiatore di ultima generazione, pian piano a rotazione, tempo permettendo, dovrebbe passare in tutto il paese. Quest’estate inoltre è stata avviata la raccolta porta a porta per tutti i balneari, in più l’isola ecologica di Arenzano ora tiene aperto al pubblico tutti i giorni dalle 8 alle 13, mentre prima chiudeva alle 12».

Non mancano però le difficoltà: «I moduli, tra un intoppo burocratico e l’altro sono arrivati un anno e mezzo dopo che li avevamo selezionati – spiega Damonte – poi i mezzi dovevano arrivare a gennaio e sono arrivati a ottobre; da parte mia sono continuamente a sollecitare Amiu di persona e per iscritto, ma tutti i tempi si sono allungati. L’azienda ci aveva promesso che saremmo arrivati al 70% di raccolta differenziata, siamo rimasti a malapena allo stesso risultato dell’anno precedente nonostante gli sforzi dell’amministrazione e questo mi dispiace». I moduli dovevano essere quattro, in realtà, ma Amiu ha scelto di indirizzarne uno a Cogoleto: «Insisteremo perché nel piano economico finanziario vengano inseriti ancora dei moduli per Arenzano».

In ogni caso, in paese alcuni moduli – via Carlin e via Vittorio Veneto in primis – sono stati trovati ricolmi di spazzatura totalmente mescolata, nelle scorse settimane. «Invito tutti i cittadini a essere responsabili e a praticare la differenziata – conclude Damonte – perché più indifferenziata si produce, più bisogna portarla in discarica, e più tutti pagheremo, si mandano a monte tanti sacrifici». 

X