attentiaqueidueemmepiemmepigaggeroemmepi

Al Sipario Strappato “Con il naso in su” apre una finestra tra generazioni

Sabato 29 gennaio alle 21 al Sipario Strappato di Arenzano (via Marconi 165) arriva “Con il naso in su” di Andrea Zanacchi.

La scena diventa un parco di quartiere con un cumulo di cianfrusaglie, un angolo da chiamare casa. Un barbone parla a un giovane capitato lì per caso. Non una confessione, semplicemente il racconto della propria vita. Una fotografia delle speranze e delle delusioni di una generazione a cavallo tra il vecchio e il nuovo secolo. Una storia legata alle gioie e alle contraddizioni di una nazione: “Hai capito? Io ho fatto parte della storia. La storia mi ha attraversato”.

Nino, il protagonista, con il cuore tra le dita, si rivolge a Marco con il solo desiderio di infondere speranza. In un momento storico in cui i ragazzi crescono schivi, disinteressati, incattiviti, dove “diverso” e “accoglienza” sono parole d’uso quotidiano, “Con il naso all’insù” è un invito a non perdere  la propria umanità. Ogni persona racchiude in se una storia che vale la pena ascoltare. Nella pièce, commedia e dramma si mescolano alla perfezione dando vita a uno spettacolo coinvolgente.

«“Con il Naso in su” porta in scena l’essenza dell’essere umano – dice il regista Antonio Grosso -. Non si tratta solamente di un monologo, è la storia che tutti noi vorremmo sentirci raccontare, è il personaggio che almeno una volta nella vita, vorremo incontrare. Andrea Zanacchi, intraprende un viaggio all’esplorazione dell’universo emotivo di un barbone in cui il pubblico non può fare a meno di riconoscersi. Passando abilmente dalla narrazione alle sfumature dei tanti personaggi che prendono vita nella pièce, Andrea non ci racconta soltanto una storia ma cento, mille altre vite attraversate, inconsapevolmente, dalla medesima storia che si lega a quella del nostro paese. Come regista, il mio intento è stato quello di esprimere nel modo migliore le suggestioni che il testo mi ha suggerito coniugandole al mio linguaggio. Ed ecco che tutto questo è nato e cresciuto in un solo attore: Andrea Zanacchi».

«Zanacchi è già stato da noi – spiega Sara Damonte, direttore artistico del Sipario Strappato – e siamo felici di vederlo tornare con un suo testo: il dialogo del ragazzo e del barbone è una finestra tra generazioni, lo spettacolo porta a interrogarsi sull’animo umano ed è molto poetico».

Il costo degli spettacoli è di 12 euro intero, e 10 euro ridotto. Sono studiati abbonamenti interi e ridotti (under 30 e over 65) per pacchetti da 10 o 5 spettacoli.
Super Green pass e mascherina FFP2 obbligatori; lo staff del teatro provvederà a fornire gel sanificante sia all’ingresso (dove verrà misurata anche la temperatura corporea) sia al primo piano. Gli abbonati possono disporre di un posto fisso a loro scelta per tutti gli spettacoli.

 

Info e prenotazioni: 3396539121

 

 

  • 00

    giorni

  • 00

    ore

  • 00

    minuti

  • 00

    secondi

Data

29 Gennaio 2022

Ora

21:00 - 23:00
X