attentiaqueidueemmepiemmepigaggeroemmepi

FOTO – Arenzano, Elena di “Hair Addiction” cura i capelli tra nuove tendenze, arte e filosofia green

Pubblicità redazionale a cura di Cronache Ponentine. Per informazioni scrivere a info@cronacheponentine.com

Salone di bellezza “Hair Addiction” 
Piazza Antonio Gramsci 7, 16011 Arenzano (GE)
Tel: 320 845 1678
FacebookInstagram

Muri tinta pastello, confezioni colorate ordinate sugli scaffali, quadri di artisti locali, e al centro una bellissima altalena ricca di fiori: entrando nel salone di bellezza “Hair Addiction” di Elena Firpo in piazza Gramsci ad Arenzano (accanto al ristorante “Mustafà”, per intenderci) si capisce che nulla è lasciato al caso, mettendo in rilievo l’estro e la creatività della padrona di casa. E l’insegna? Con un pavone: più arenzanese di così!

Il negozio è stato aperto a marzo, in piena pandemia, una vera scommessa che però Elena sta vincendo grazie alla sua cortesia e professionalità.

Un salone artistico

E non solo, perché il salone della 37enne hair stylist è molto particolare e improntato sul benessere: la saletta del lavatesta è dotata di poltrone con funzione massaggio shiatsu e luci da cromoterapia, con musica rilassante. E poi, guardando le pareti, non si possono non notare panorami familiari: sono i quadri degli artisti locali dell’associazione Kunst&Arte. Elena ne espone alcuni ogni mese a rotazione, per cambiare sempre l’ambiente e sponsorizzare l’arte arenzanese.

D’altronde Elena, prima di iniziare il percorso da parrucchiera a 20 anni, ha avuto una formazione artistica che la aiuta tuttora nel suo lavoro, basta guardare le confezioni di alcune tinte simili a “manga” colorati, con colorazioni e tagli audaci e giovanili. In futuro? Ospitare nella saletta d’attesa libri e riviste di arte e design. D’altronde, come dice lei, «la creazione della bellezza è arte». E per immortalare le sue creazioni, c’è anche la postazione selfie con cavalletto e luci.

Benessere e filosofia “green”

Elena mette al primo posto il benessere del cliente: «Ho voluto ricreare una sorta di percorso sensoriale apposta – spiega – ma poi per la tranquillità di tutti prendo appuntamenti molto distanziati, seguo scrupolosamente tutte le norme anti covid e prima di eseguire un taglio mi piace osservare bene i lineamenti di ogni persona per saper consigliare la pettinatura con forme e colori giusti». E, quando si potrà, c’è anche una saletta “nursery” con giochi per bambini.

E poi c’è anche il lato “green”: «Ho deciso – racconta – di utilizzare prevalentemente linee e prodotti cruelty free, di origine vegetale e non testati su animali. In più prediligo i brand che utilizzano confezioni in plastica riciclata».

Balayage e ultime tendenze

Elena è specializzata nella tecnica di colorazione “balayage”, ultima tendenza che permette di avere un look sempre naturale. «E poi ci sono le mode di quest’anno – racconta -. Ad esempio vanno molto i capelli ricci, oppure il taglio corto davanti e lungo dietro, o anche l’under cut. Il colore più di moda attualmente? Un bel rosso ramato!».

Progetti per il futuro? «Mi piacerebbe continuare sulla scia della collaborazione tra realtà arenzanesi, come con Kunst&Arte – dice Elena – penso che l’unione faccia la forza, specialmente in un periodo come questo, e che possa portare benefici per tutto il paese. Penso ad esempio a un “Aperipiega” con la collaborazione dei locali. C’è spazio per tutti, basta unirsi e creare sinergie».

X