Il Cinema di Arenzano riaprirà (con qualche novità): aggiudicato il bando per la gestione

Ha un futuro il Cinema di Arenzano, chiuso ormai da parecchio tempo: il nuovo bando del Comune per la gestione è stato vinto da una ditta di San Bartolomeo al Mare, esperta nella gestione di diversi cinema nel ponente. Dunque, dopo alcune necessarie ristrutturazioni, le due sale riapriranno nel 2021, non appena la situazione legata alla pandemia lo consentirà.

Ad annunciarlo, il sindaco di Arenzano Luigi Gambino: «Abbiamo cercato di andare oltre l’impostazione della precedente gestione creando i presupposti per un utilizzo che aumentasse le giornate di apertura e valorizzasse l’Arena Estiva. Il bando di gestione del Cinema Italia è stata quindi pensato per rendere la struttura un centro artistico/culturale polivalente a 360 gradi. La prevalenza sarà ovviamente per il cinema, con prime visioni dal giovedì alla domenica, cineforum al martedì e ingresso con prezzo ridotto al mercoledì. Ma con spazi anche per teatro e musica (in collaborazione con Sipario Strappato e Ama), balletto (spettacoli in diretta con la Royal Opera House), proiezioni di documentari e visite virtuali a musei. Oltre ad eventi nell’arena estiva e molte altre iniziative (Teatro Ragazzi, proiezioni al mattino per le scuole, incontri culturali)».

Il sindaco sollecita la partecipazione e l’impegno di tutti per far vivere il cinema, non appena riaprirà: «Il lavoro è stato lungo e difficile, oltre che con la pandemia non è stato comunque facile trovare interlocutori interessati – continua il sindaco -. Ma adesso potremo avere un gioiello che molti ci invidieranno. Immagino che leggendo qualcuno penserà “figuriamoci se il gestore riuscirà a fare tutte queste cose”, “chiuderà dopo pochi mesi”. Beh, anche in questo caso, la responsabilità, oltre che imprenditoriale, sarà anche collettiva. Se lo faremo vivere durerà per sempre diventando un forte polo di aggregazione, oltre che un importante palcoscenico per l’associazionismo culturale locale».

Ha un futuro il Cinema di Arenzano, chiuso ormai da parecchio tempo: il nuovo bando del Comune per la gestione è stato vinto da una ditta di San Bartolomeo al Mare, esperta nella gestione di diversi cinema nel ponente. Dunque, dopo alcune necessarie ristrutturazioni, le due sale riapriranno nel 2021, non appena la situazione legata alla pandemia lo consentirà.

Ad annunciarlo, il sindaco di Arenzano Luigi Gambino: «Abbiamo cercato di andare oltre l’impostazione della precedente gestione creando i presupposti per un utilizzo che aumentasse le giornate di apertura e valorizzasse l’Arena Estiva. Il bando di gestione del Cinema Italia è stata quindi pensato per rendere la struttura un centro artistico/culturale polivalente a 360 gradi. La prevalenza sarà ovviamente per il cinema, con prime visioni dal giovedì alla domenica, cineforum al martedì e ingresso con prezzo ridotto al mercoledì. Ma con spazi anche per teatro e musica (in collaborazione con Sipario Strappato e Ama), balletto (spettacoli in diretta con la Royal Opera House), proiezioni di documentari e visite virtuali a musei. Oltre ad eventi nell’arena estiva e molte altre iniziative (Teatro Ragazzi, proiezioni al mattino per le scuole, incontri culturali)».

Il sindaco sollecita la partecipazione e l’impegno di tutti per far vivere il cinema, non appena riaprirà: «Il lavoro è stato lungo e difficile, oltre che con la pandemia non è stato comunque facile trovare interlocutori interessati – continua il sindaco -. Ma adesso potremo avere un gioiello che molti ci invidieranno. Immagino che leggendo qualcuno penserà “figuriamoci se il gestore riuscirà a fare tutte queste cose”, “chiuderà dopo pochi mesi”. Beh, anche in questo caso, la responsabilità, oltre che imprenditoriale, sarà anche collettiva. Se lo faremo vivere durerà per sempre diventando un forte polo di aggregazione, oltre che un importante palcoscenico per l’associazionismo culturale locale».

X