attentiaqueidueemmepiemmepigaggeroemmepi

La parola al commercialista – Ecco l’assegno unico universale per i figli: cos’è e come richiederlo

di Salvatore Muscatello

A chi spetta

L’assegno unico per figli del 2022 è un contributo mensile che verrà erogato dal’INPS a partire dal mese di marzo 2022:

  • per ogni figlio a carico fino al compimento dei 21 anni (a partire dal settimo mese di gravidanza);
  • senza limiti di età per i figli disabili.

 

Come richiederlo

Presentando la domanda e modello ISEE all’INPS entro giugno da uno dei genitori, si otterrà l’assegno con gli arretrati.  La domanda dovrà essere ripetuta ogni anno. Al compimento della maggiore età, i figli possono presentare la domanda in sostituzione di quella eventualmente già presentata dai genitori e richiedere la corresponsione diretta della quota di assegno a loro spettante. 

 

Quanto spetta

L’importo spettante varia in base alla condizione economica del nucleo familiare sulla base dell’ ISEE del nucleo familiare:  

  • da un minimo di 50 euro per ciascun figlio minore in assenza di ISEE o con ISEE pari o superiore a 40 mila euro;
  • a un massimo di 175 euro per ciascun figlio minore con ISEE fino a 15 mila euro.

L’assegno è  definito universale in quanto sarà erogato  anche in assenza di ISEE o con ISEE superiore alla soglia di euro 40 mila. In tal caso, saranno corrisposti gli importi minimi dell’assegno previsti dalla normativa. L’ISEE si può presentare successivamente per avere  eventualmente l’adeguamento dell’importo alla propria situazione economica.

 

Termini per la presentazione dell’ISEE

Occorre distinguere le sotto elencate ipotesi:

  1. con  ISEE presentato entro il 30 giugno: la prestazione verrà conguagliata e spetteranno tutti gli arretrati a partire dal mese di marzo; 
  2. con ISEE presentato dal 1° luglio: la prestazione viene calcolata sulla base del valore dell’indicatore al momento della presentazione dell’ISEE;
  3. assenza di ISEE oppure ISEE pari o superiore a 40.000 euro: la prestazione spettante viene calcolata con l’importo minimo previsto (50 euro per i figli minori e 25 euro per i maggiorenni).

 

Come richiedere l’ISEE

Per la presentazione dell’ISEE è possibile recarsi presso uno degli intermediari abilitati a prestare l’assistenza fiscale (CAF), ovvero on-line sul sito internet dell’INPS mediante:

  • credenziali SPID;
  • carta di identità elettronica;
  • carta nazionale dei servizi;

 

Per alcuni è corrisposto anche d’Ufficio

Ai nuclei familiari percettori del Reddito di cittadinanza l’assegno unico e universale è corrisposto d’ufficio dall’INPS, senza necessità di presentare domanda. 

***

Rubrica a cura del Dott. Salvatore Muscatello – Laureato in Scienze Politiche indirizzo Economico presso l’Università di Genova. Appartenente al Corpo della Guardia di Finanza e componente della Direzione Distrettuale Antimafia di Genova con incarichi speciali fino al 2000. Dal 2001 Commercialista e Revisore contabile con studio in Arenzano

 

X