attentiaqueidueemmepiemmepi
attentiaqueidueemmepiemmepi

La Staffetta della Rinascita passa per Arenzano: come partecipare

Conto alla rovescia per la Staffetta della Rinascita organizzata dal consorzio Pro Loco Genova che, questo weekend, passerà anche per Arenzano. 

L’appuntamento, nel nostro territorio, è domenica 1 ottobre per il “percorso ovest” che parte alle 12,20 dal Santuario di Gesù Bambino di Praga di Arenzano per arrivare a Voltri, Pra’, Pegli, Multedo, Sestri Ponente, Cornigliano, Sampierdarena, Genova centro e infine giungere in piazza De Ferrari per le 18.

La partecipazione è libera e non è necessaria alcuna iscrizione o prenotazione, basta semplicemente affiancarsi agli staffettisti nel tratto prescelto.

Per quanto riguarda la cerimonia di consegna del testimone (una bandiera) agli staffettisti che arrivano da tutto il mondo, l’appuntamento è al Santuario alle 19,45 di sabato 30 settembre: tutti possono assistere. E poi, il giorno dopo, da Arenzano partiranno le bandiere di Carloforte, Ecuador, Francia e Monaco. Chi vorrà, in questo frangente, potrà unirsi.

Cos’è la Staffetta della Rinascita

Si tratta di un evento con cadenza annuale di carattere simbolico ideato con lo scopo di sensibilizzare e coinvolgere il territorio riguardo a problemi importanti che condizionano la vita sociale e culturale, veicolando un messaggio di forte speranza e coesione.

Il format, apparentemente semplice, è particolarmente complesso da un punto di vista organizzativo e logistico. Infatti, si tratta di far viaggiare dei simboli (bandiere al posto della fiaccola olimpica) tramite gli staffettisti da varie località fino al centro della città di Genova, dove vengono accolte all’interno di un evento dedicato.

Il messaggio del 2023

La prima edizione, nel 2021, voleva dare un messaggio di speranza dopo la fase più nera della pandemia. Nel 2022, la seconda edizione si è focalizzata sulla vicinanza dei genovesi alla comunità ucraina, lanciando anche messaggi di salvaguardia del territorio e contro la violenza sulle donne.

Quest’anno il messaggio si arricchisce con la vicinanza alle comunità che stanno soffrendo per guerre e ingiustizie sociali, e lancia anche uno speciale messaggio per la lotta contro il cancro al seno. Si porterà anche un saluto ai liguri nel mondo: come prosecuzione dell’arrivo a Genova di Ocean Race, le bandiere delle staffette, quest’anno, partiranno da almeno 6 nazioni diverse da Europa, Africa e Australia.

L’evento è organizzato dal Consorzio Pro Loco Genova con il patrocinio della Regione Liguria e con la co-organizzazione e sostegno del Comune di Genova, assessorato alle Pro Loco.