attentiaqueidueemmepiemmepiemmepigaggero
attentiaqueidueemmepiemmepiemmepigaggero

Musica in pillole – Roberta Alloisio: Genova e il tango

Vittorio Attanasio, musicista, è manager di artisti e gruppi musicali, in particolare brasiliani. Fondatore dell’associazione Coloriamo @ Musica, organizza eventi sul territorio ligure e non solo, e in particolare Amore Sacro Amor Profano, festival di cantautori dedicato alla figura del grande De André, ad Arenzano. Il Canto della Terra, rassegna dedicata alla world music contemporanea; Ex Melle, festival degli artisti di strada di Mele. Scrive canzoni, poesie, racconti, romanzi e quanto l’ispirazione gli suggerisca.

___________________________________________________

Bentrovati cari amici di Cronache Ponentine, recitando preghiere e facendo scongiuri, mi auguro che questo triste periodo di allerte possa terminare e dare meritato riposo, respiro e tregua al nostro territorio così provato e a tutti quelli che ne sono stati duramente colpiti.

Fatta questa doverosa premessa sono costretto, dal cuore, a ritornare sul tango!

E m’inoltro per questa via, prendendo spunto da una frase di Jorge Luis Borges: “il tango era cosa virile, poi arrivarono i genovesi a rovinare tutto con la loro malinconia e il loro sentimentalismo”.

E come si potrebbe contraddire il grande scrittore e poeta argentino?

Nella Buenos Aires di inizio XIX secolo, una delle comunità di emigranti più numerosa fu proprio quella dei genovesi, che si insediarono e diedero colore e vita al famoso quartiere La Boca. Sarà anche per questo che i tifosi del Boca Junior, ancor oggi si definiscono Xeneizes?

E da Genova nel 2013 è partita, ma non per emigrare, la nostra Roberta Alloisio, con in testa un chiaro progetto musicale e culturale. Progetto nato tempo prima e frutto di minuziose e accurate ricerche nonché dell’incontro, come ad esempio quello con Pablo Banchero discendente del fondatore di uno dei locali più vecchi e noti della capitale: Rancho Banchero che proponeva, tra gli altri piatti tipici italiani la Fugazza (focaccia al formaggio).

Roberta oltre ad essere cantante, autrice e attrice, è persona colta  e curiosa, qualità già ampiamente dimostrate con i suoi primi stupendi e super premiati lavori: Lengua Serpentina e Janua (Premio Città di Loano per la musica tradizionale italiana, Premio Viarengo riservato ad artiste italiane impegnate nell’ interpretazione di musica tradizionale ed etnica, Targa Tenco come miglior interprete, Premio nazionale Città di Loano, come miglior disco). Progetti nati dalla ricerca, dalla contaminazione, frutto della rielaborazione di antichi testi della Genova e Liguria medievale, o di testi e musiche di autori del nostro presente e di un passato più prossimo, arrangiati, come nel caso di Lengua Serpentina, da influssi mediorientali, o dai tempi dispari della musica balcanica, o in maniera più intima e musicalmente più raffinata nel caso di Janua, splendida galleria di figure femminili, donne tra amore sacro e amor profano, per raccontare ancora una volta la sua Genova.

E Genova ritorna a ritmo di tango con questo suo ultimo superbo lavoro, registrato tra Genova, Roma e Buenos Aires, impreziosito dalla presenza del premio oscar Luis Bacalov, il bandoneista Walter Rios.

Brani di autori quali Gianpiero Allosio, Pablo Banchero, Stephan Casalta, Vittorio De Scalzi, Carlo Marrale, Ivano Fossati e standard sempreverdi come Caminito, El dias que me quieras e ciliegina sulla torta: Chansón da Cheullia del grande Mario Cappello.

Avrete senz’altro la possibilità di ascoltare anche dal vivo questo nuovo gioiello musicale della bravissima Roberta Alloisio, nel frattempo approfittate del prossimo incontro, il 5 dicembre alla Feltrinelli di Genova, dove la nostra cantante, autrice, attrice presenterà il libro XenaTango parte di un cofanetto completo di Cd.

 

Dal TG3 RAI di domenica 15 novembre 2014       https://www.youtube.com/watch?v=QFz-zTvITrI

www.robertaalloisio.com

 

 

X