attentiaqueidueemmepiemmepiemmepigaggero
attentiaqueidueemmepiemmepiemmepigaggero

Sabato 6 Aprile – Alla scoperta della Fornace Bianchi di Cogoleto

 

Accompagnati dai volontari dell’Associazione Fornace Bianchi Cogoleto sarà possibile accedere all’area di archeologia industriale della più antica fornace cogoletese tutt’ora conservata, alla scoperta delle tracce di una fiorente attività che fornì calce per grandi opere della Repubblica di Genova.

Orari di apertura (salvo avverse condizioni meteo):
dalle ore 15,00 alle ore 17,00
info: Associazione F.B.C. fornacecogoleto@gmail.com
Comune Cogoleto 010 9170232-222

Associazione Fornace Bianchi Cogoleto: da secoli, Cogoleto è ricordato principalmente sia per essere uno fra i paesi che si fregiano di essere luogo di nascita di Cristoforo Colombo, sia per la presenza di un’antica industria, quella relativa alla produzione della calce, ricavata dalla cottura della pietra calcarea, estratta dalle colline retrostanti e cotta nelle numerose fornaci un tempo presenti nel centro storico, in prossimità del mare.
Cogoleto, quindi, paese della calce, un prodotto di ottima qualità, richiesto ed utilizzato dalla Repubblica di Genova per la costruzione di importanti edifici ed opere pubbliche quali: Palazzo Ducale, Albergo dei Poveri, costruzione delle nuove mura di Genova, acquedotto del Bisagno, nonché opere difensive nei territori dei domini della Repubblica, quali per esempio forte Calvi in Corsica.
In merito alle origini di questa industria, sulla base delle tradizioni locali gli abitanti di Cogoleto, fino dall’epoca romana, avrebbero sapientemente sfruttato le risorse del territorio per fabbricare calce. In realtà, allo stato attuale delle ricerche, il primo documento inerente tale produzione risale al 1414 ed è relativo ad un mutuo, contratto da Giovanni Colombo di Cogoleto, che poteva essere estinto anche con una fornitura di calce.
Dai numerosi documenti d’archivio si evince che tale attività produttiva era molto importante per l’economia del paese. Ancora oggi, sul territorio comunale, sono presenti alcune fornaci da calce, ormai in disuso, ma estremamente significative per ciò che rappresentano.
Da qualche tempo, dopo un lungo periodo nel quale questi edifici, ormai in stato di abbandono e dimenticati, hanno rischiato di sparire, è iniziata per gli stessi una complessa operazione di recupero per restituire tale patrimonio storico/culturale alla comunità.
Per valorizzare ulteriormente questa antica tradizione e promuovere iniziative culturali e didattiche, alcuni cittadini hanno deciso di costituire l’Associazione Fornace Bianchi Cogoleto, che ha avuto dal Comune l’affido temporaneo della fornace.
A Cogoleto, nel centro storico, si sviluppa “il percorso della calce” costituito da una serie di formelle in ceramica raffiguranti alcune fornaci e momenti dell’attività produttiva, che mettono anche in evidenza gli scali da cui partivano i bastimenti carichi di calcina.
Un percorso che di fatto invita il visitatore a raggiungere la vicina Fornace da calce Bianchi. Un edificio industriale di straordinario interesse e bellezza, visitabile anche internamente ed in ciò che rimane di alcune pertinenze e, pertanto, unico nel suo genere.

X