attentiaqueidueemmepiemmepiemmepi
attentiaqueidueemmepiemmepiemmepi

Sarà ad Arenzano la Scuola di Alta Formazione per i Medici di Bordo

Presentata a Roma la Scuola di Alta Formazione per i Medici di Bordo, con il primo corso che prenderà il via nel prossimo ottobre. A mettere in cantiere il progetto, portandolo sino alla sua realizzazione, è stata Assarmatori, l’associazione che riunisce numerose compagnie italiane di navigazione e alcune tra le principali compagnie estere attive in ogni segmento del trasporto marittimo, in stretta collaborazione con l’Accademia della Marina Mercantile di Genova, l’Università di Genova, l’Ordine di Malta, il Centro Internazionale Radio Medico (CIRM) e l’Ufficio di Sanità Marittima, Aerea e di Frontiera (USMAF). Un’iniziativa che ha prontamente trovato l’appoggio e il sostegno del Ministero della Salute, nella persona del Sottosegretario di Stato Andrea Costa.

L’obiettivo del corso –  che prenderà il via nel prossimo autunno presso Villa Figoli, sede di Arenzano dell’Accademia della Marina Mercantile dotata anche di una nuova e moderna foresteria – è quello di fornire le nozioni e le informazioni avanzate per la gestione del paziente critico in situazioni a basse o medie risorse e in ambiente remoti come può essere quello di una nave. Al termine, i partecipanti – il cui requisito di accesso è la Laurea in Medicina e Chirurgia con la priorità per i medici specializzati in Anestesia e Rianimazione e in Medicina di Emergenza – riceveranno le certificazioni necessarie a svolgere la professione a livello nazionale e internazionale.

La necessità di un’adeguata preparazione del personale medico a bordo è oggi ancora più sentita, a causa delle problematiche sanitarie emerse con la recente pandemia di Covid-19, che hanno imposto nuove regole, protocolli stringenti e l’esigenza di personale medico specializzato. Ma non solo: nel corso delle ultime estati, periodo in cui il traffico – a partire dai collegamenti con le isole – del trasporto marittimo raggiunge il suo picco, nelle ultime stagioni gli armatori hanno avuto difficoltà a reperire queste professionalità, fatto che, se dovesse ripetersi, potrebbe mettere a rischio un principio costituzionalmente garantito come quello della continuità territoriale.

“Per l’Accademia della Marina Mercantile è un orgoglio partecipare a questa iniziativa, promossa da una rete istituzionale di ampio respiro e con grande visione d’insieme”, ha dichiarato Paola Vidotto, Direttrice dell’Accademia della Marina Mercantile. “Risulta ormai fondamentale una formazione che sappia integrare le capacità tecniche con la duttilità dei servizi, in maniera tale da essere presente anche a bordo del naviglio mercantile con il livello massimo della sicurezza sanitaria. Il corso, che si svolgerà nella sede di Arenzano dell’Accademia, vicino al capoluogo ligure, ribadisce la centralità del nostro istituto nel panorama nazionale, e ci incoraggia a promuovere sempre più percorsi didattici di alta formazione al servizio delle flotte”.

X