attentiaqueidueemmepi emmepiemmepi emmepi
attentiaqueidueemmepiemmepiemmepiemmepi

VIDEO – Il grande cuore degli studenti arenzanesi che raccolgono beni di prima necessità per l’Ucraina

ll grande cuore degli studenti arenzanesi ha permesso oggi di raccogliere decine e decine di scatoloni con beni di prima necessità per l’emergenza Ucraina. L’idea è nata dal CCR Arenzano: i giovanissimi hanno pensato di organizzare una raccolta solidale dedicata ai ragazzi e sono stati infatti esclusivamente gli alunni delle scuole arenzanesi di ogni ordine e grado a contribuire. Dagli asili all’Istituto Comprensivo passando per l’istituto Marsano, tutti hanno voluto dare il loro contributo.

Arrivando a scuola, oggi, in moltissimi hanno portato sacchetti con beni da consegnare tra alimentari a lunga conservazione, prodotti per l’igiene e così via. Il pensiero dei più giovani, inutile dirlo, è andato ai loro coetanei, tanto che i bimbi dell’asilo hanno anche prodotto molti disegni per abbellire gli scatoloni e cercare di strappare un sorriso a chi li riceverà.

«Abbiamo organizzato questa attività per dare una mano alla popolazione colpita dalla guerra – dice il sindaco dei ragazzi, il giovanissimo Francesco Robello – e abbiamo raccolto molti prodotti che poi verranno destinati ai bambini e alle famiglie ucraine». L’articolo continua sotto il video

Nelle scuole di Arenzano è già arrivata una coppia di fratellini ucraini, e prossimamente ne arriveranno altri: «Aspettiamo i ragazzini che avranno bisogno di proseguire la scuola – dice la preside dell’Istituto Comprensivo Claudia Lorena a Cronache Ponentine – abbiamo già accolto una bimba nella scuola primaria e il fratellino nella secondaria. Sono disorientati, chiaramente, ma hanno trovato classi accoglienti e disponibili, le prossime settimane saranno dedicate a farli stare meglio in quella che sarà la loro scuola in questi prossimi mesi».

«L’iniziativa della raccolta solidale organizzata dai ragazzi è andata benissimo – dice l’assessora all’Istruzione Giovanna Damonte – la loro disponibilità è stata gigantesca. Il sindaco e la giunta ringraziano tutti. Abbiamo raccolto un’enorme quantità di materiale in tutte le scuole».

Anche i piccoli della scuola materna Gesù Bambino, come tutti gli altri plessi, hanno partecipato con gioia alla raccolta solidale, aiutati dai loro genitori: “I bambini – hanno scritto gli insegnanti a Cronache Ponentine – hanno unito al materiale raccolto anche un bellissimo disegno con un enorme cuore dedicato alle famiglie ucraine. Vogliamo ringraziare i bambini e le famiglie” .

X