attentiaqueidueemmepiemmepiemmepigaggero
attentiaqueidueemmepiemmepiemmepigaggero

VIDEO & FOTO – Un pomeriggio con il naso all’insù ad ammirare gli stormi di gru con i loro versi chiassosi

Ieri chi ha alzato lo sguardo al cielo ha potuto assistere a uno degli spettacoli più affascinanti che ci presenta la natura: sul parco del Beigua infatti sono passati gli stormi di gru, come ogni anno in questo periodo. La rotta di migrazione interessa soprattutto la Liguria occidentale, compresa quindi la zona dal Beigua al Turchino, già nota per i flussi migratori dei rapaci. Quella di domenica 20 febbraio però è stata una migrazione veramente massiva, la più numerosa finora per la Liguria e una delle maggiori per il Nord Italia con oltre 10.500 individui transitati

Le gru con il loro “chiasso” e i loro disegni di formazione a V hanno riempito il cielo per tutto il pomeriggio, allontanandosi poi verso la Val Polcevera, dirette verso l’Europa centro e nord orientale.

Questi trampolieri hanno un’apertura alare di più di due metri e possiedono un volo maestoso con movimenti lenti e potenti, e collo e zampe ben distesi. Si muovono in stormi con frequenti richiami di volo, da cui i classici versi che le annunciano nei cieli.
 
Ringraziamo Barbara Beretta per il video e le foto
Alzate il volume del video per sentire le classiche grida delle gru
 

 

X