Scorri in basso per leggere l'articolo

ANPI: “Nazismo e fascismo sono crimini contro l’umanità”

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:

L’Assemblea degli Iscritti della Sezione “16 Giugno 1944” dell’A.N.P.I. di Arenzano all’unanimità ha approvato il seguente Ordine del Giorno.

Premesso

Che i tragici fatti accaduti a Macerata, dove un giovane ha sparato lungo la strada su alcuni innocenti immigrati per poi fare il saluto romano inneggiante al fascismo al momento dell’arresto, dimostrano che il continuo richiamo all’odio razziale, al rancore e alla paura creano uno stato di tensione di insicurezza e di degrado sociale;

Che assistiamo ad un incremento di manifestazioni promosse da organizzazioni di chiaro stampo neofascista, portatrici di valori e di idee che si collocano al di fuori del dettato costituzionale e contrarie alla vigente legislazione;

Che fenomeni preoccupanti accadono in tutta Italia e che, specificatamente a Genova, città medaglia d’oro della Resistenza, ci sono state provocazioni, atti vandalici e aggressioni a persone;

Che giornalisti vengono minacciati da militanti di CasaPound, che Sindaci (ad esempio Empoli e Sestri Levante) vengono insultati e fatti oggetto di recapiti di proiettili e lettere minatorie con svastiche, inneggianti al Fascismo e al Duce;

Che simboli della Resistenza e dell’Antifascismo sono oggetto di vandalismi e di scherno;

Che anche rappresentanti delle Istituzioni subiscono provocazioni vergognose, come è della Presidente Laura Boldrini;

Che fulgide figure della storia, come Anna Frank sono utilizzate per una becera campagna di insulti razzisti;

Riteniamo che la misura sia colma e che sia ora di dire basta.

Condanniamo il clima di impunità che circola intorno agli evidenti rigurgiti di neofascismo contro le istituzioni democratiche.

Rifiutiamo ogni tentativo di minimizzare, di proporre equidistanze, di teorizzare opposti estremismi.

Chiediamo alle autorità giudiziarie e alla magistratura di intervenire per prevenire e stroncare sul nascere ogni iniziativa palesemente contraria a quanto previsto dalla legge e dalla costituzione, individuando e perseguendo autori e mandanti degli atti vergognosi.

Chiediamo a tutti coloro che si riconoscono nei valori dell’Antifascismo, di essere  partecipi attivi alle iniziative per dire forte e chiaro che l’Italia è antifascista e non si riconosce in movimenti e organizzazioni che si ispirano a idee razziste, xenofobe caratteristiche dei movimenti neofascisti.

Il nazismo e il fascismo sono stati condannati dalla storia.

Ai giovani diciamo con chiarezza che il nazismo e il fascismo non sono ideologie, né possono essere ritenuti una moda dell’oggi.

Perché nazismo e fascismo sono crimini contro l’umanità.

Arenzano 4 febbraio 2018 

 

 

 

X