Arenzano aderisce a “Dementia Friendly Community”, progetto di solidarietà verso chi soffre di demenza

Il Comune di Arenzano aderisce al progetto “Dementia Friendly Community” della Federazione Alzheimer Italia.

L’assessore alla sanità e servizi sociali Fiorella Bagnasco, nell’illustrare il progetto durante il consiglio comunale di giovedì 30 luglio, ha sottolineato che «il Comune di Arenzano aderisce alla creazione di una comunità locale sensibile e accogliente nei confronti delle persone con demenza per essere in grado di offrire tutto il supporto e la comprensione possibile alle persone che ne soffrono e anche a coloro che se ne prendono cura. Questo progetto potrebbe diventare un fiore all’occhiello per il comune di Arenzano e per la sua comunità. Essere una comunità per le persone con demenza – continua Bagnasco – è molto importante, per rendere partecipe tutta la popolazione, le associazioni, le categorie professionali per creare una rete di cittadini consapevoli che sappiano come rapportarsi con una persona con demenza per farlo sentire a proprio agio nella sua comunità. Si prospetta quindi l’avvio di un processo di cambiamento sociale – conclude l’assessore alla sanità – per rendere la città con i suoi spazi e le sue iniziative pienamente fruibile, senza escludere le persone con demenza, anzi proprio facendole sentire parte attiva della nostra comunità».

Il progetto è stato presentato al Comune di Arenzano dall’ex consigliere Paolo Cenedesi, ed è fortemente sostenuto dalla Regione Liguria.

“Dementia Friendly Community” nasce nei paesi anglosassoni e si articola in diverse fasi: dalla valutazione delle necessità dei malati e delle loro famiglie all’informazione e formazione di specifiche categorie che rivestono un ruolo chiave nella Comunità (esercenti, forze dell’ordine, uffici di front office, ecc.). Vengono inoltre individuati spazi per l’organizzazione di iniziative di sostegno e consulenza rivolte ai malati ed alle loro famiglie e si realizzano eventi pubblici volti alla sensibilizzazione e all’informazione dell’intera cittadinanza.