Arenzano, confermata la fiera per i Santi Nazario e Celso: le misure di contenimento

La festa patronale di Arenzano (foto d'archivio)

È uno degli appuntamenti tradizionali più amati di Arenzano, quello delle bancarelle per la festa patronale dei Santi Nazario e Celso del 28 luglio, e il Comune di Arenzano ha ritenuto di mantenerlo, ma con regole precise per contenere il rischio di contagio da coronavirus.

Con un’ordinanza leggibile qui, il sindaco Luigi Gambino ha fatto uscire le regole per poter effettuare comunque la fiera. Tra le misure, simili a quelle che regolano il mercato settimanale, si ricorda l’obbligo per tutti coloro che accedono alla fiera, a partire dagli operatori, di indossare correttamente i dispositivi a protezione delle vie respiratorie. Gli operatori dovranno anche indossare guanti monouso, e dovranno delimitare – rendendola visibile con bande adesive per terra o catenelle o altri segnali da rimuovere – la distanza di 1 metro fronte banco.

Bisognerà evitare tassativamente ogni forma di assembramento, cercando di velocizzare la fase di acquisto, e gli utenti non potranno toccare i generi alimentari esposti. Gli indumenti potranno essere toccati solo con i guanti usa e getta. Dovrà essere assicurata da parte degli operatori la disponibilità presso ogni banco di sistemi per la disinfezione delle mani.