Scorri in basso per leggere l'articolo

Arenzano piange Elio Tazzoli

di Valentina Bocchino

È mancato nella notte Elio Tazzoli, dopo aver lottato contro un brutto male. Noi lo vogliamo ricordare così, come nella foto, grintoso, con le squadre di calcio (in questo caso le ragazze del Bar Roma Arenzano) che ha allenato, amato, spronato, spesso portato alla vittoria.

Ha passato moltissimi anni ad allenare le squadre del territorio – con un’attenzione particolare anche per il calcio femminile, spesso discriminato e ingiustamente sottovalutato – per cui scriveva anche su Cronache Ponentine mandando i suoi contributi graditissimi, allegri, ironici, sempre attenti a gratificare e infondere fiducia alle sue ragazze e ai suoi ragazzi, rendendo onore anche agli avversari con l’oggettività di chi ama lo sport.

Non si possono non citare le altre grandi passioni di Elio, vissute entrambe con grande intensità. La lunga militanza politica nel centrosinistra arenzanese che lo aveva portato a essere consigliere comunale nel penultimo mandato di Luigi Gambino. E poi il disegno: la sua penna, quando si lasciava ispirare, disegnava fumetti, cartoline, segnalibri, sempre con uno spiccato senso dell’umorismo. «Perdo un compagno di mille battaglie politiche e calcistiche, un vero amico» è il commento del primo cittadino.

E poi, ultimamente, il suo grande amore, il nipotino Riccardo, a cui dedicava le sue giornate, mostrando con orgoglio le sue fotografie sul cellulare.

Arrivederci Elio, e grazie. Ci mancherai.

Alla famiglia di Elio, le condoglianze di Cronache Ponentine

 

X