Arenzano, sedie per aria a Villa Figoli dopo una “notte brava”

Foto inviataci dal lettore Gaetano Runner

Sono entrati a Villa Figoli tra sabato e domenica notte e si sono “divertiti” – se così si può dire – rovesciando e sparpagliando per il prato tutte le sedie dell’arena spettacoli, rimaste a gambe all’aria fino al mattino dopo a testimoniare ciò che era rimasto di una “notte brava” tra amici.

Nulla di grave, per fortuna, le sedie si recuperano e si rimettono a posto (anche se ad oggi sono ancora rovesciate in mezzo al prato), ma non manca chi unisce questo ad altri episodi più seri che si sono verificati proprio nelle ultime settimane, con protagonisti soprattutto giovanissimi.

Nei giorni scorsi è intervenuto anche il consigliere comunale della Lega Moreno Bruzzone, commentando l’episodio che ha coinvolto i volontari della Croce Rossa ma anche in generale il clima dell’ultimo periodo: «Bisogna limitare sul nascere queste situazioni che sono sempre più frequenti per evitare che degenerino. La soluzione non è aspettare la fine dell’estate. Controlli in stazione, è fondamentale il controllo di chi arriva, più di una volta mi è capitato di veder scendere ragazzini verso il paese con sacchetti pieni di alcolici. Controlli in spiaggia nelle ore notturne. Più presenza delle forze dell’ordine. Arenzano deve rimanere un paese vivibile e turistico, non dobbiamo permettere il ripetersi di situazioni analoghe».