Arenzano, sequestrata lussuosa villa: veniva affittata in nero anche a 1000 euro a notte

Secondo l’accusa affittava in nero la villa con piscina nella Pineta di Arenzano, e in più alle Fiamme Gialle è risultato evasore totale, gravato da cartelle esattoriali per oltre 100 milioni di euro. E adesso l’immobile è sotto sequestro.

È successo in una delle zone considerate più belle ed esclusive della Pineta, poco lontano da via del Mare, dove i militari del Primo Gruppo-Nucleo Operativo Metropolitano della Guardia di Finanza (nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica) hanno sequestrato una lussuosa villa con piscina, data in affitto per le vacanze. Il provvedimento è stato preso nei confronti di un privato (amministratore di varie società ed evasore totale) gravato da cartelle esattoriali per oltre 100 milioni di euro, derivanti da precedenti penali di natura fiscale che sarebbero stati commessi tra l’Olanda, la Germania e l’Italia.

L’indagine scaturisce dall’intensificazione dei controlli della Guardia di Finanza per contrastare l’economia illegale e sommersa soprattutto per quanto riguarda le case date in affitto per l’estate.

La villa – in grado di ospitare 12 persone – sarebbe stata appositamente schermata, al fine di sottrarla a eventuali aggressioni patrimoniali, visto l’elevato debito col fisco, ed è stata affittata dal 2014 agli utenti della piattaforma AirBnB, nonché a noti calciatori.

L’avente diritto di abitazione sull’immobile – un 50enne originario di Varese, giunto in riviera nei primi anni 2000 e gravato da plurimi precedenti penali di natura fiscale commessi tra Italia e Olanda – dal 2014 ha affittato l’immobile completamente in nero, arrivando anche a cifre di 1000 euro a notte.

Al termine della verifica fiscale, conclusa con la constatazione di redditi da locazione non dichiarati per oltre 400mila euro e Imu e Tasi per 70mila euro, è stato richiesto il sequestro preventivo finalizzato alla confisca dell’immobile dall’Autorità Giudiziaria genovese, in quanto la villa rientra nell’effettiva disponibilità dell’indagato ma è formalmente intestata ai figli. L’ipotesi di reato è di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte.

Pare che la villa, tra l’altro, avrebbe dovuto essere venduta per 6 milioni di euro, e anche per questo è stata sequestrata d’urgenza dalle Fiamme Gialle, insieme al garage e ad altre pertinenze accessorie.

Come ricorda la Guardia di Finanza, l’economia sommersa, l’evasione e le frodi fiscali alterano le regole del mercato e danneggiano i cittadini e gli imprenditori onesti.

EVENTI (vai all'agenda completa) 

18:00
Tutti pronti per il 3° Mezza Carolina Day? Allora l’appuntamento è per il 28 giugno ad Arenzano per la grande festa che celebra il famoso cocktail inventato proprio qui. Vi terremo informati…