Coronavirus, tanti eventi annullati ad Arenzano con la speranza di un arrivederci all’anno prossimo (o all’autunno)

Il Covid-19 ha stravolto la nostra vita e anche le occasioni per socializzare, attraverso la cultura, lo sport e il divertimento sono sempre più rare. Continuano infatti le cancellazioni degli eventi in programma per la stagione primavera-estate 2020, anche nel comune di Arenzano. Dopo le importanti manifestazioni sportive che sono state cancellate nei giorni scorsi come la Marcia Mare e Monti, il Gran Premio di Terralba di ciclismo, la Half Marathon e altre gare, ora è la volta della cultura e del divertimento: molti eventi sono purtroppo saltati e si sta valutando se organizzarli in autunno, mentre altri – come l’attesissima Festa della Mezza – sono per ora confermati e la decisione finale verrà presa quando la data si avvicinerà.

Tra gli eventi più attesi, si apprende dal sito del Comune che è stato annullato il 13° Premio di Poesia Città di Arenzano “Lucia Morpurgo Rodocanachi” a cura dell’Unitre di Arenzano e Cogoleto, previsto per sabato 23 maggio alle 21 al Grand Hotel di Arenzano. Il Premio è intitolato a Lucia Morpurgo Rodocanachi che, durante gli anni trenta del secolo scorso, aveva aperto un salotto letterario nella sua casa rosa affacciata sul mare di Arenzano, ospitando molti rappresentanti della cultura italiana. L’obiettivo della manifestazione è di far conoscere gli autori contemporanei e soprattutto educare alla poesia.

Rimandato all’anno prossimo anche il Terzo Festival Teatrale “Nena Taffarello” che si sarebbe dovuto tenere dal 5 al 20 giugno al Teatro Il Sipario Strappato. Il Festival è dedicato alle compagnie liguri, con spettacoli in italiano e in dialetto e ha raggiunto un notevole successo nelle prime due edizioni. La kermesse è dedicata a Nena Taffarello, scomparsa nel 2017, fondatrice de Il Sipario Strappato insieme a Lazzaro Calcagno, e impegnata in prima persona in tante associazioni del territorio.

Annullato anche un altro evento che negli ultimi anni ha riempito Arenzano di centinaia di terribili pirati, per il divertimento di grandi e piccini: la Festa dei Pirati organizzata dal Comitato Carnevale dei Ragazzi, tra imbarcazioni che approdano sulla costa ingaggiando furiose battaglie con le truppe inglesi, duelli all’ultimo sangue, risse e tante bottiglie di rum, dà l’arrivederci all’anno prossimo.