Calendar

Ago
8
Lun
Arenzano, torna Amore Sacro Amor Profano con un tributo a De Andrè
Ago 8@21:00–23:45

Lunedì 8 agosto alle 21, all’Arena Estiva del Cinema Italia di Arenzano, torna, con la nona edizione, il festival Amore Sacro Amor Profano, con “Creuza de sa”, tributo a Fabrizio De Andrè.

Amore Sacro Amor Profano, festival del ponente genovese interamente dedicato alla canzone d’autore, arriva nel 2016 alla sua Nona Edizione.

Dopo 10 anni di attività in evoluzione continua, con 50 concerti, 120 artisti coinvolti fra cantautori, musicisti e performer, italiani e stranieri, di fama nazionale e internazionale, il festival è diventato ormai, oltre a una consuetudine dell’estate arenzanese, una vera e propria esperienza culturale che va via via rafforzandosi.

La nona edizione presenterà due concerti, due omaggi alla musica d’autore italiana.

Il primo, il Tributo al più grande cantautore italiano Fabrizio De Andrè, come tradizione,  l’8 agosto e sarà presentato dal gruppo Creuza de sä formato da sei importanti musicisti provenienti da diverse estrazioni musicali, tra jazz, pop, etnica, classica e rock. I membri della band accompagneranno la voce e la chitarra di Vittorio Attanasio, direttore artistico di Coloriamo@Musica, nonché della rassegna.

Con Attanasio, sul palco suoneranno Fabrizio Cosmi (chitarre), Dea Delogu (cori e percussioni), Giuseppe De Paola (batteria), Daniele Pinceti (basso), Daniela Piras (fiati, fisarmonica, cori), Andrea Zanzottera (piano e tastiere).

“Creuza de sä” vuole essere un omaggio a De André, un viaggio nella poesia, nei suoni, tra gli odori della Città Vecchia di Faber, insieme a quegli “ultimi”, “diversi”, “eroi al contrario” da lui non lasciati soli.

Il secondo concerto, previsto per settembre in occasione della manifestazione Mari e Monti, sarà curato dal Coro 4 Canti che presenterà un bellissimo omaggio alla canzone d’autore italiana. Un viaggio musicale che inizia dalla scuola genovese. I 35 membri del Coro 4 Canti,  sono suddivisi in sezioni (contralti, mezzosoprani, soprani, tenori, bassi) e accomunati dal piacere della compagnia reciproca.

 

I musicisti di Creuza de sä 

Creuza de sä, l’acciottolato salmastro da dove ha inizio il viaggio nella poesia, nei suoni, tra gli odori della Città Vecchia di Faber, insieme a quegli  “ultimi”,  “diversi” ,  “eroi al contrario”  da lui non lasciati soli.

Canzoni che hanno fatto storia, arrangiamenti che, come nel caso di “Creuza de ma” inserito tra i dieci dischi più importanti degli anni ottanta, hanno creato un genere.

Poesia che affascina, emoziona. Melodie che incantano.

Tutto questo ha spinto sette musicisti della “Città Vecchia”, provenienti da diverse estrazioni musicali, a ritrovarsi sul palco per riproporre il repertorio del grande Faber, cercando di rimanere fedeli ai suoi ultimi suoni, come quelli dell’ inimitabile tour del ’98 “Mi innamoravo di tutto”.

 

 creusa de sa - vittorio attanasioVittorio Attanasio voce e chitarra

Inizia a suonare la chitarra come autodidatta, la sua prima canzone:

La città vecchia!

Intraprende gli studi classici col Maestro Pino Briasco di Savona.

In primo piano nel suo repertorio sempre brani di musica sudamericana gli autori, suoi preferiti, sono Heitor Villa Lobos, Augustin Barrios Antonio Lauro, Astor Piazzolla. Partecipa a diversi workshop con il grande chitarrista brasiliano Marco Pereira. Ha collaborato con Marco Fadda, Dado Sezzi, Danilo Degipo, Orquestra do Fubà, numerosissime le sue partecipazioni in rassegne e club italiani. e in festival italiani ed europei. Direttore artistico di diverse rassegne musicali, tra le quali, la sua più affezionata:  “Amore sacro amor profano”  

 

 

  creusa de sa - fabrizio cosmiFabrizio Cosmi, chitarre

 

Si diploma presso la scuola di musica “music Line ” all’ottavo anno .la competenza e la versatilità acquisita grazie agli studi fatti ed all’esperienza gli ha permesso di inserirsi in molteplici situazioni musicali professionali .

Alcune collaborazioni: Assemblea Musicale Teatrale; Gianfranco Reverberi nel musical “Nick”;

Band rock’n’roll di Ghigo autore di “coccinelle e stazione del rock”; bBand di Kaballa’ autore di “astratti furori e Petra lavica”; Wilma Goich band; Giuliano Cavicchi big band.

 

 

 

 

 creusa de sa - daniele pincetiDaniele Pinceti basso
Diploma in basso elettrico presso Music Line (Genova 1998) e specializzazione Ottavo anno (2000)

Ulteriori lezioni di approfondimento con il Maestro PAOLO COSTA (2000-2002)

2001 – Tournee’ estiva con il gruppo brasiliano NOS QUATRO

2002-03-04-06 – Tournee’ invernali e estive con STEVE WASHINGTON 2006

Tournee’ estiva con GIANNI BELLENO-IL CUORE DEI NEW TROLLS 2007

Collaborazione concertistica con BIRKYN TREE 2008-09

Tour “Cantastorie della Liguria” Con MATTEO MERLI 2010

Bassista della INDACO BAND diretta dal Maestro LUCA ORIOLI. 2011

Bassista nella colonna sonora della fiction di Canale 5 “NON SMETTERE DI SOGNARE”. 2013

Collaborazione artistica con il cantautore MAX MANFREDI live e in studio nel suo ultimo disco Dremong.

Sono tantissimi i musicisti con cui sono lieto di aver collaborato o con cui tuttora collaboro:

Gianni Belleno, Enrico Pinna ,Giuseppe De Paola, Gianni Martini, Esmeralda Sciascia, Marco Fossati, Salvatore Camilleri, Barbara Vulso, Gianluca Polizzi, Saverio Gerardi, Andrea Perrozzi, Marco Cravero, Anna Sini, Claudia Sanguineti, Andrea Maddalone, Fabrizio Cosmi, Luca Lamari, , Jayadeva (ex chitarrista di Don Cherry) per citarne alcuni.

   

creusa de sa - dea deloguDea Delogu percussioni, cori

Dea Delogu, ragazza di 27 anni, studia canto e musica dall’età di 5 anni

In seguito si unisce al coro gospel Saint John Gospel Choir, col quale canta anche come solista da settembre 2009 a giugno 2010.

Nel 2012 comincia un percorso di studio di percussioni africane ed afro-brasiliane

e per tre anni è surdista e corista del gruppo genovese Bloco ja è.

Attualmente fa parte di un altro gruppo di percussioni afro-brasiliane,

I Ciganos, nel quale riveste un ruolo di arrangiatrice e direttrice.

 

  

creusa de sa - giuseppe de paolaGiuseppe De Paola, batteria

La sua attività professionale, dopo anni di studio si dall’età di 8 anni, ha inizio all’età di 18 anni esibendosi prevalentemente in locali e clubs della sua città, continuando a studiare e a perfezionarsi grazie ad alcuni incontri con Elio Rivagli. Comincia la sua collaborazione con il chitarrista Andrea Braido, con il quale partecipa nel 1988 al primo tour del cantautore Francesco Baccini. Dal 1991 al 1993 è in tour con il famoso gruppo genovese Ricchi e Poveri, con i quali suona per due anni in Italia ed in tutta Europa. Nel 1993 ritorna a suonare nei locali della sua città con il bassista Flavio Scopaz (E. Ramazzotti) e il chitarrista Andrea Maddalone (A.Oxa, New Trolls).. Nel 1995, con l’orchestra Sanremo Band suona in tutto il mondo accompagnando i recitals di nomi del calibro di Bernard Sauvat, Clem Ashford, Jacques Hourognè e di Anne Ducrois, considerata dalla critica una delle migliori jazz vocalist in Europa. Ritorna in Italia e nel 1998 insieme al chitarrista Enrico Pinna e al tastierista Luca Lamari dà vita alla fusion band Quadra, un progetto che nel 2001 è culminato con la registrazione del loro primo CD. Per questo lavoro si sono avvalsi della prestigiosa collaborazione del bassista napoletano Pippo Matino, del percussionista Marco Fadda e del grande chitarrista americano Mike Stern, presente in un brano del disco.

  

creusa de sa - daniela pirasDaniela Piras flauti, fisarmoniche, cori

 

Diplomata brillantemente in Flauto traverso presso il Conservatorio di Musica “N. Paganini” di Genova, ha seguito diversi corsi di perfezionamento in ambito classico ed ha seguito il corso di jazz presso il Conservatorio “N. Paganini” .

Svolge attività concertistica da solista, in formazioni da camera con archi, con fiati e in numerosi complessi orchestrali, si dedica inoltre all’accompagnamento di spettacoli di prosa e poesia e spazia nei repertori di musica leggera e jazz collaborando con cantanti, cantautori e compositori, tra i quali Max Manfredi, Claudia Pastorino, Paolo Agnello, Settimo Benedetto Sardo, Armando Corsi, Luca Falomi, Riccardo Barbera, Aldo De Scalzi, incidendo per dischi e per colonne sonore.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ott
15
Sab
Sciarborasca, castagnata e polentata, ma non solo
Ott 15–Ott 16 giorno intero
Sciarborasca, castagnata e polentata, ma non solo @ Sede Croce d'Oro | Sciarborasca | Liguria | Italia

 

Arriva l’autunno, torna una delle sagre più partecipate della Riviera, la “Castagnata e Polentata”, organizzata dal Team di Volontari della Croce d’Oro di Sciarborasca, pronta per animare due giorni all’insegna della gastronomia, della musica dal vivo, del gioco, del divertimento per grandi e piccoli.

La kermesse, che utilizza solo materiale di consumo biodegradabile ed ecocompatibile, si svolgerà a partire dalle ore 19 di sabato 15 ottobre presso la sede sociale a Sciarborasca nel Centro Civico P.Delussu (Cogoleto – Ge) con seconda, ed ultima, giornata di festa domenica 16 dalle ore 12. Nei pressi è disponibile un ampio parcheggio auto con possibilità di sosta anche per i camper.

Sia sabato a cena che domenica a pranzo stand gastronomici con specialità culinarie di stagione, focaccette, caldarroste, prelibati dolci e formaggi artigianali, animazione per bambini e percorso di minimoto gratuito.

Non mancherà naturalmente il programma musicale e di intrattenimento: sabato sera sul palco i “The Sunny Boys”, cover surf pop band composta da 4 giovani ragazzi di Torino che hanno suonato in Italia e in Europa, e domenica pomeriggio l’orchestra revival che farà ballare e divertire ogni fascia di età.

L’iniziativa “CASTAGNATA E POLENTATA” trova origine già nel 2011 per aggiungere un ulteriore momento di aggregazione e divertimento alla cittadinanza, oltre che importante mezzo di autosostentamento per la pubblica assistenza.

Parte del ricavato dell’edizione di quest’anno verrà devoluta a favore dell’emergenza terremoto Centro Italia.

 

Sipario Strappato, ironia amara e travolgente con “La Signora Baba e il suo servo Ruba”
Ott 15@21:00–23:00
Sipario Strappato, ironia amara e travolgente con "La Signora Baba e il suo servo Ruba" @ Teatro Sipario Strappato - Muvita  | Arenzano | Liguria | Italia

CONVENZIONE TRA IL TEATRO IL SIPARIO STRAPPATO E CRONACHE PONENTINE

Avvisiamo i nostri lettori che è stata attivata una convenzione tra il teatro Il Sipario Strappato e Cronache Ponentine: il giorno stesso degli spettacoli, dalle 14 in poi, i primi 10 spettatori che prenoteranno il proprio posto specificando allo staff del teatro che hanno letto di questa convenzione su Cronache Ponentine, pagheranno solo 8 euro!

Sabato 15 ottobre ore 21, al Teatro Il Sipario Strappato di Arenzano, secondo appuntamento della nuova stagione teatrale:

NIM – Neuroni in Movimento

“LA SIGNORA BABA E IL SUO SERVO RUBA”

di Marco Taddei

Farsa sul lavoro con musica, parrucche e curry
Testo vincitore del premio Urgenze del Teatro Inverso
di Brescia*
regia Marco Taddei canzoni di Paolo Li Volsi
con Pier Luigi Pasino, Paolo Li Volsi, Marco Taddei

Il testo
La storia ha luogo nella cucina di un ristorante, la cui proprietaria Baba è un’anziana signora che tiranneggia i suoi sottoposti. Al locale lavorano il nipote e l’indiano Ruba: il primo ha ereditato la durezza e la volgarità della nonna e spera un giorno di diventare a sua volta il “capo della baracca”; il secondo è clandestino e lavora sodo per mandare i soldi alla famiglia nel suo paese, in attesa di un contratto di lavoro che regolarizzi la sua situazione. A completare lo staff c’è l’anziana cameriera che, dopo anni di lavoro usurante e malpagato, trova il coraggio di alzare la testa. La crisi economica e lo sfruttamento che caratterizzano il mondo del lavoro vengono affrontati in questo spettacolo attraverso la lente della farsa: personaggi caricaturali, pantomime e canzoni colorano la storia di un’ironia amara e travolgente.
Note al testo
La signora Baba e il suo servo Ruba nasce come esercizio di drammaturgia. A partire dal testo di Bertolt Brecht Il signor Puntila e il servo Matti (1941) Marco Taddei, attore e autore della compagnia NIM Neuroni in Movimento, sviluppa in modo originale il rapporto servo-padrone con un corto teatrale che si aggiudica il primo premio del Bando Urgenze 2010, indetto dal Teatro Inverso di Brescia e coordinato da Renato Gabrielli. Nel tempo il corto cresce e si trasforma fino a diventare lo spettacolo di oggi, anche grazie alla preziosa collaborazione con Paolo Li Volsi, musicista e attore, che ha composto le canzoni che caratterizzano i personaggi e che rendono giustizia alla matrice brechtiana del testo.

Lo stesso Marco Taddei ha affermato: “Ho voluto mantenere una forma che ricordasse i testi di Brecht, con un prologo ed un epilogo, con gli attori che entrano in scena e dichiaratamente recitano i personaggi, con uno stile non naturalistico e senza troppa psicologia. Questo stile permette di raccontare una storia cruda, di miseria senza rinunciare al gioco e alla leggerezza.”

Ingresso intero 12 €
Ingresso ridotto 10 €

Ott
16
Dom
Sciarborasca, castagnata e polentata, ma non solo
Ott 16–Ott 17 giorno intero
Sciarborasca, castagnata e polentata, ma non solo @ Sede Croce d'Oro | Sciarborasca | Liguria | Italia

 

Arriva l’autunno, torna una delle sagre più partecipate della Riviera, la “Castagnata e Polentata”, organizzata dal Team di Volontari della Croce d’Oro di Sciarborasca, pronta per animare due giorni all’insegna della gastronomia, della musica dal vivo, del gioco, del divertimento per grandi e piccoli.

La kermesse, che utilizza solo materiale di consumo biodegradabile ed ecocompatibile, si svolgerà a partire dalle ore 19 di sabato 15 ottobre presso la sede sociale a Sciarborasca nel Centro Civico P.Delussu (Cogoleto – Ge) con seconda, ed ultima, giornata di festa domenica 16 dalle ore 12. Nei pressi è disponibile un ampio parcheggio auto con possibilità di sosta anche per i camper.

Sia sabato a cena che domenica a pranzo stand gastronomici con specialità culinarie di stagione, focaccette, caldarroste, prelibati dolci e formaggi artigianali, animazione per bambini e percorso di minimoto gratuito.

Non mancherà naturalmente il programma musicale e di intrattenimento: sabato sera sul palco i “The Sunny Boys”, cover surf pop band composta da 4 giovani ragazzi di Torino che hanno suonato in Italia e in Europa, e domenica pomeriggio l’orchestra revival che farà ballare e divertire ogni fascia di età.

L’iniziativa “CASTAGNATA E POLENTATA” trova origine già nel 2011 per aggiungere un ulteriore momento di aggregazione e divertimento alla cittadinanza, oltre che importante mezzo di autosostentamento per la pubblica assistenza.

Parte del ricavato dell’edizione di quest’anno verrà devoluta a favore dell’emergenza terremoto Centro Italia.

 

Ott
20
Gio
Sipario Strappato, domani i provini e il primo appuntamento con lo Zelig Lab
Ott 20@11:00–23:30
Sipario Strappato, domani i provini e il primo appuntamento con lo Zelig Lab @ Teatro Sipario Strappato - Muvita  | Arenzano | Liguria | Italia
Giovedì 20 ottobre al Teatro Il Sipario Strappato al Muvita di Arenzano, inizieranno alle 11 del mattino i provini per gli aspiranti comici del Laboratorio Zelig.
Invece alle 21 il pubblico è invitato al primo spettacolo del Laboratorio Zelig presentato dai Beoni, affiancati dalla giovane genovese Barbara Roncati, al prezzo di 8 euro.
Info e prenotazioni 3396539121
x
Il Laboratorio Zelig è un’officina in cui gli aspiranti comici testano sketch inediti davanti a un pubblico vero. La frequenza è gratuita e la cadenza degli incontri settimanale o quindicinale.

 

 

Ago
11
Sab
Una Notte in Fornace: doppio appuntamento a Cogoleto
Ago 11@21:00–23:30
Una Notte in Fornace: doppio appuntamento a Cogoleto

Un doppio appuntamento per vivere la Fornace Bianchi di Cogoleto come non si era mai vista prima, sotto la luce delle stelle, tra musica e visite guidate.

Sabato 11 agosto: Rock in the Fornace con gli Experior

Sabato 18 agosto: dalle 21 alle 23,30 (ultimo accesso ore 23) accompagnati dai volontari dell’associazione sarà possibile accedere all’area di archeologia “Tiziano Mannoni” della Fornace Bianchi, alla scoperta della più antica attività industriale cogoletese. Si consigliano calzature comode. Le visite non si svolgeranno in caso di maltempo.

Ago
18
Sab
Una Notte in Fornace: doppio appuntamento a Cogoleto
Ago 18@21:00–23:30
Una Notte in Fornace: doppio appuntamento a Cogoleto

Un doppio appuntamento per vivere la Fornace Bianchi di Cogoleto come non si era mai vista prima, sotto la luce delle stelle, tra musica e visite guidate.

Sabato 11 agosto: Rock in the Fornace con gli Experior

Sabato 18 agosto: dalle 21 alle 23,30 (ultimo accesso ore 23) accompagnati dai volontari dell’associazione sarà possibile accedere all’area di archeologia “Tiziano Mannoni” della Fornace Bianchi, alla scoperta della più antica attività industriale cogoletese. Si consigliano calzature comode. Le visite non si svolgeranno in caso di maltempo.