Città metropolitana, a Cogoleto i consiglieri di centrodestra non parteciperanno alle votazioni

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il comunicato stampa della lista “Bruzzone Sindaco” di Cogoleto:

(Clicca qui per leggere lo speciale di Cronache Ponentine sulla città metropolitana)

 

Domenica 28 settembre 2014, dalle 8:00 alle 20:00, nella Sala degli arazzi della ex Provincia di Genova, si svolgeranno le elezioni per scegliere i membri del consiglio della Città metropolitana di Genova che sarà composto da diciotto consiglieri, più il presidente della Città Metropolitana, il sindaco di Genova, Marco Doria.

I consiglieri di minoranza del Comune di Cogoleto Paolo Bruzzone, Francesco Biamonti e Simone Tiraoro hanno deciso che non parteciperanno a queste votazioni.

Spiega il Capogruppo Bruzzone: “Crediamo che questo nuovo Ente sia totalmente inutile in quanto sono enormi le sovrapposizioni con quella che fu la Provincia di Genova, che, peraltro, funzionava abbastanza bene, ma poche le garanzie sulla reale capacità della costituenda Città Metropolitana di rispondere alle necessità del territorio. Si è voluto, a livello nazionale, sacrificare le Province sull’altare della spending review senza pensare ancora una volta ai bisogni dei cittadini e delle istituzioni locali. Per questo motivo, quando si iniziò a parlare di Città Metropolitana avevamo chiesto di indire un referendum tra i cittadini del nostro Comune per sottoporre la possibilità di passare sotto la Provincia di Savona. Oggi, forse, sarebbe meno conveniente di allora visto che è intenzione del Governo e del Parlamento svuotare di risorse economiche le sopravvissute Province, ma siamo ancora convinti che spetti ai cittadini decidere”.

Ed ecco un altra criticità di questa tornata elettorale: il metodo di votazione. Per eleggere i 18 consiglieri i cittadini non andranno alle urne. Saranno elezioni non dirette, quindi, ma cosiddette “di secondo livello”, dove voteranno gli eletti dai cittadini: 815 consiglieri dei 66 comuni della Provincia di Genova e i relativi sindaci.

Continua Bruzzone: “In Italia ci stiamo rassegnando al non voto. Abbiamo un Governo costituito da una maggioranza che non rispetta l’esito delle urne. Nessuno quindi si scandalizza per il fatto che un organo che sarà così centrale nella vita di un territorio vasto come quello che dal Tigullio arriva fino a Cogoleto non sarà composto da membri eletti direttamente dai cittadini. Noi crediamo che sarebbe stato più corretto dare la parola ai cittadini. Se poi pensiamo che i diversi consiglieri chiamati a votare non avranno lo stesso valore, nel senso che ciascun consigliere avrà un peso proporzionato alla dimensione, in termini di popolazione, del comune di appartenenza, è facile capire come alcuni territori rimarranno privi di rappresentanza”.

Infine il pasticcio delle liste in corsa: “Inizialmente i cosiddetti partiti tradizionali avevano partorito l’idea di una lista unica comprendente rappresentanti di ciascuna area politica e di ciascun territorio. L’idea che poteva essere comprensibile vista la natura costituente del nuovo Consiglio, ha però iniziato a scontentare molti, come ogni tentativo di imporre dall’alto disegni già preconfezionati sottoponendo poi gli elettori, in questo caso i consiglieri comunali, alla farsa del voto. Così sono nate altre liste con l’idea, anch’essa corretta, di far riappropriare ai “grandi elettori” il diritto di esprimersi. Alla fine dalle urne uscirà un verdetto squilibrato che non solo non garantirà né una rappresentanza territoriale né una rappresentanza politica ma non sarà neppure in grado di premiare la libertà di pensiero. Insomma a perdere saranno tutti i cittadini, noi compresi, perché la Città Metropolitana ci riguarda da vicino. Il nostro non voto, che avremmo voluto fosse condiviso da tutto il Consiglio Comunale di Cogoleto, speriamo almeno serva a parlare di questi problemi che vogliono essere consapevolmente taciuti, per non far venire alla luce l’inadeguatezza delle risposte alle domande dei cittadini”.

Sulla stessa liea il Consigliere Simone Tiraoro: “Sono fortemente critico e contrario a quella che anche con tutto lo sforzo possibile non riesco proprio a definire come una riforma. L’unica cosa che è stata realmente abolita è la possibilità per i cittadini di liberamente eleggere gli organi di quelle che prima si chiamavano Province e che di fatto continueranno ad esistere seppur sotto il diverso nome di Città Metropolitana, per quello che ci riguarda più da vicino, ovvero Ente di Vasta Area. Considerato il sistema elettorale introdotto, come già ricordato da Paolo Bruzzone, scompare l’uguaglianza elettorale dei cittadini nelle istituzioni, a tutto svantaggio delle piccole realtà come Cogoleto. Infatti, nella Città Metropolitana gli elettori dei capoluoghi saranno chiamati a scegliere un Sindaco che per legge sarà investito anche della carica di Sindaco Metropolitano e Senatore, mentre agli abitanti degli altri comuni più piccoli dell’area rimarrà solo la possibilità di scelta di un proprio Sindaco e, nella migliore delle ipotesi, di qualche consigliere metropolitano destinato a svolgere un ruolo di comparsa”.

EVENTI (vai all'agenda completa) 

15:19
Quattro giorni di festeggiamenti tutti dedicati ai bambini per il Carnevale di Varazze. Si inizia giovedì 20 febbraio dalle 15 alle 18 al parco del Boschetto con tante attività divertenti per i bambini: baby dance[...]
12:30
Due giorni di gare per il Campionato Nazionale di Ji Jitsu Csen che torna dopo tre anni al Palasport di Quiliano. L’evento, che si svolgerà sabato 22 e domenica 23 febbraio, è organizzato dal Settore[...]
Palazzetto dello Sport
14:30
Arriva il Carnevale di Cogoleto con tanto divertimento per i bambini. Si inizia sabato 22 febbraio alle 14,30 sul Molo Speca con lo spettacolo di magia del Mago Gentile, “mago da legare” e alle 16[...]
14:30
Il Parco del Beigua festeggia il Carnevale insieme ai Junior Geoparker. L’appuntamento è sabato 22 alla Casa del Parco, all’ingresso della Foresta della Deiva a Sassello, tutti in maschera. Si farà una breve escursione nel bosco e poi[...]
16:00
L’amore non conosce stagioni e lo sanno bene le Rane temporarie, che intorno alla fine di febbraio, quando le temperature possono essere ancora rigide, iniziano la riproduzione. Domenica 23 febbraio torna “Frog in love”, il[...]
Parco del Beigua
17:00
Sabato 22 febbraio alle 17 nella Sala Impastato di Villa Mina ad Arenzano, la scrittrice Chiara Ferraris presenterà il suo romanzo d’esordio “L’impromissa” (Sperling & Kupfler). L’incontro, a cura di Giuliana Erli, è organizzato dall’Unitre[...]
Villa Mina - Sala Impastato
14:00
Torna ad Arenzano il tanto atteso appuntamento con il Carnevale dei Ragazzi. Domenica 23 febbraio dalle 14 (con partenza da piazza Rodocanachi, davanti alla piscina) tutti in maschera ad assistere alla sfilata dei carri allegorici[...]
14:30
Arriva il Carnevale di Cogoleto con tanto divertimento per i bambini. Si inizia sabato 22 febbraio alle 14,30 sul Molo Speca con lo spettacolo di magia del Mago Gentile, “mago da legare” e alle 16[...]