Scorri in basso per leggere l'articolo

Coronavirus, a Cogoleto 5 casi. Il commissario: «Stiamo studiando agevolazioni per commercianti e famiglie»

Riceviamo e pubblichiamo la lettera alla cittadinanza del Commissario Straordinario di Cogoleto, Raffaella Corsaro:

In questo momento così drammatico della vita del nostro Paese, in cui ognuno di noi sta vivendo a vario titolo gli effetti di una immensa tragedia, consentitemi di ringraziare il personale medico e paramedico, gli infermieri, i volontari del settore medico e della Protezione Civile, della Polizia Municipale e tutti gli operatori impegnati oltre ogni limite, lavorando incessantemente per contribuire fattivamente a contrastare gli effetti della pandemia.

Responsabilità è la parola chiave di questa anomala emergenza, ciascun cittadino deve osservare rigorosamente le prescrizioni e le misure imposte. Tanto più l’osservanza sarà rigorosa tanto prima usciremo da questa difficile situazione.

Pur in stato di emergenza, è richiesto a tutti i cittadini il mantenimento di un comportamento responsabile anche nel differenziare correttamente i rifiuti al fine di agevolare gli operatori che lavorano anche loro fra mille difficoltà.

In merito alla sanificazione delle aree pubbliche, ad oggi si ritiene di non provvedere, in quanto sulla base di comunicazioni da parte di diversi organi competenti, tali servizi, oltre ad essere di dubbia validità ed efficacia, potrebbero rappresentare un problema dal punto di vista ambientale.

L’Amministrazione comunale sta valutando l’attivazione di tutte le forme di agevolazione per le attività commerciali che sono state destinatarie delle restrizioni ed alle quali è stata imposta la chiusura per decreto e che sono state costrette ad abbassare la loro saracinesca per un periodo molto lungo. Non di meno anche misure a favore delle piccole imprese che hanno visto crollare i fatturati.

I provvedimenti adottati per fronteggiare l’emergenza sanitaria che ha colpito il nostro Paese e la conseguente sospensione delle attività educative e didattiche hanno fatto sentire effetti negativi anche sulle famiglie, in particolare su quelle che hanno figli che frequentano i servizi educativi e scolastici del nostro Comune. Per questo motivo, tra le prime forme di sostegno alle famiglie, si sta valutando la sospensione o riduzione del pagamento delle rette per il periodo di chiusura delle scuole.

Vorrei rivolgere un appello a tutti gli esercizi che operano nel settore alimentare e in particolar modo alle catene di distribuzione dei supermercati siti nel territorio comunale, affinché, nell’attuale emergenza del coronavirus, qualora non avessero ancora provveduto, possano promuovere in forma organizzata il servizio di consegna della spesa a domicilio, nelle modalità più rapide possibili. Tale iniziativa potrà essere utile sia per fare uscire da casa meno persone possibili, soprattutto gli anziani, ma anche al fine di ridurre la sosta di consistenti gruppi di persone davanti all’ingresso degli esercizi commerciali, limitando così il pericolo di contagio.

A oggi, dall’inizio dell’epidemia, sono in totale cinque i contagiati nel territorio comunale.

Si ricorda che l’emergenza sanitaria è ancora forte, pertanto si invitano tutti i cittadini a restare a casa ed a rispettare le prescrizioni, se e quando occorra uscire di casa per necessità primarie.

Gli aggiornamenti sono sempre disponibili sul sito ufficiale del Comune di Cogoleto.

X