Elezioni Cogoleto, Antolini (SiriParte): «Ecco perché non si può attribuire la sconfitta del centrodestra al candidato sindaco e alla sua squadra»

In merito alla lettera aperta di Alessandro Marzio, Simone Bianchi, Alessandro Caruso e Alfiero Cravero pubblicata ieri, riceviamo e pubblichiamo la risposta di Ermete Antolini, candidato nella lista SiriParte:

“Il giorno dopo i risultati delle elezioni comunali a Cogoleto mi sembra utile fare un confronto con le precedenti elezioni comunali del 2016. In quella occasione il centrodestra con un candidati sindaco forte (Biamonti) prese 1623 voti. In questa tornata elettorale il centrodestra ha preso 1402 voti. Se a questi aggiungiamo i voti di Federico Giusto, persona vicina al centrodestra, ex-candidato nella lista di centrodestra del 2011, 206 voti, che sono chiaramente appartenenti al centrodestra, arriviamo a 1612, vale a dire gli stessi voti del 2020. Quindi rispetto alle elezioni del 2016 il centrodestra ha perso solo i voti di chi è passato dell’altra parte. Riguardo ai voti del centrosinistra, sempre in riferimento ai risultati elettorali del 2016, se aggiungiamo ai voti della lista di centrosinistra (1704) i voti della lista di sinistra (791), che si era presentata da sola, i voti di Federico Giusto (206) e i voti persi dai 5 stelle (1085 – 630 = 455), che sono voti di sinistra tornati a casa, arriviamo a 3156, vale a dire circa i voti presi dal centrosinistra nel 2020, con uno scarto del 3%.

I numeri parlano chiaro e non sono confutabili.

Quindi attribuire la sconfitta del centrodestra al candidato sindaco e ai candidati consiglieri, come qualcuno ha scritto, è sbagliato e pretestuoso, e denota la pochezza politica e morale di alcune persone”.