“Il pellegrino” di Pietro Pinacci a Villa Mina ad Arenzano

    Quando:
    1 Febbraio 2020@17:00–18:30
    2020-02-01T17:00:00+01:00
    2020-02-01T18:30:00+01:00
    Dove:
    Villa Mina
    Arenzano

    Sabato 1 febbraio alle 17 a Villa Mina ad Arenzano, l’Unitre di Arenzano e Cogoleto presenta il libro “Il pellegrino” di Pietro Pinacci.

    All’incontro, a cura di Fabia Binci, sarà presente l’autore.

    Letture del Gruppo Teatrale Unitre “La panchina”.

    L’ingresso è libero.

    L’AUTORE

    Pietro Pinacci, nato ad Arenzano nel 1955, è laureato in ingegneria nucleare. Ricercatore nel campo dei materiali per l’energia, partecipa a progetti internazionali dove ha modo di collaborare con persone di diverse culture e attitudini. Sempre, però, ritorna nel paese di origine, in quel tratto di costa “aspra e scoscesa” fonte prima d’ispirazione della sua poesia.

    IL LIBRO

    “Il pellegrino” presenta una selezione delle poesie scritte da Pietro Pinacci negli ultimi trent’anni. Il mare, fonte prima d’ispirazione dei poeti liguri, è l’humus in cui nasce e si sviluppa questo viaggio in costante tensione “all’oltre”: l’opera inizia con «Il pellegrino» e termina con «L’albatros», l’uccello dalle grandi ali che, dallo scoglio dove immobile osserva la costa «[…] improvviso spicca il volo verso mete di luce e nulla», verso un infinito racchiuso e svelato dalla poesia.