Scorri in basso per leggere l'articolo

FOTO – Arenzano e Cogoleto, nuovamente quel silenzio innaturale per le strade

Metti un lunedì sera di fine ottobre, dopo una giornata di allerta meteo e la pioggia ancora nell’aria, e per di più con alcuni locali che riportano cartelli con su scritto “chiuso per ferie” o “lunedì chiusura settimanale”: probabilmente ci sarebbero state poche persone in giro in ogni caso. Ma la differenza sta nel fatto che, anche nelle serate peggiori, si poteva trovare un locale o un ristorante aperto, a illuminare la strada di luci e di vita. E poi, l’altra differenza fondamentale è che questa volta tutte le sere da qui a fine novembre – escluse le domeniche e i festivi – si trasformeranno in “un lunedì sera di pioggia con i locali chiusi per ferie”.

Con il nuovo Dpcm per contenere la pandemia, infatti, i ristoranti e i bar devono chiudere alle 18 tranne la domenica e i festivi: molti si sono organizzati e hanno già dato annuncio sui social per il servizio di consegna a domicilio serale, insomma non ci si arrende e si provano le strade che già erano state percorse durante il lockdown. Ma le attività temono per il loro futuro, e non è mancato chi ha messo fuori dalla porta del locale cartelli che lasciano trapelare preoccupazione e disillusione. E la cosa più triste è il silenzio innaturale in cui sono nuovamente piombate, dopo una certa ora, le strade di Arenzano e Cogoleto, un ricordo dei giorni più brutti della scorsa primavera quando si era immersi nel lockdown e le vie dei paesi erano deserte anche di giorno. 

Sarà così, in settimana, fino al 24 novembre, sperando che la situazione migliori e che non si sia costretti a ulteriori chiusure. 

X