FOTO – Mare e Monti, dai marciatori di Pechino mascherine per il Comune di Arenzano

Un bellissimo gesto di solidarietà arriva da migliaia di km da Arenzano, in particolare dagli organizzatori della Marcia di Pechino (Beijing NGO network for International Exchanges and Beijing International Mountain Walking Festival Organizing Committee) che fa parte del circuito IML come la Mare e Monti.

Immediatamente dopo lo scoppio della pandemia in Italia, gli organizzatori della Marcia di Pechino – nella persona del signor Yang Jing – come segno di affetto e solidarietà si sono messi in contatto con il Comune di Arenzano per offrire la loro assistenza ed aiuto, memori probabilmente delle bellissime camminate sui sentieri del Parco del Beigua. Considerata la grave mancanza di mascherine che a metà marzo affliggeva l’Italia, con un gesto di estrema generosità, hanno acquistato e donato al Comune di Arenzano ed ai suoi dipendenti le mascherine chirurgiche necessarie per lavorare in sicurezza.

Quello tra i marciatori di Arenzano e Pechino è un rapporto che si è consolidato da tempo, dal vivo: alcuni tra gli organizzatori della Mare e Monti hanno partecipato anni fa alla Marcia di Pechino, e poi ci si è incontrati in giro per l’Europa per le meravigliose opportunità offerte dalla IML (International Marching League) tra cui i meeting annuali a cui partecipa il Comune di Arenzano: in particolare, l’amicizia con Yang Jing è nata a Boras, in Svezia, nel 2018. 

Spiega il sindaco Luigi Gambino: «Sono intercorse comunicazioni via mail quasi quotidiane  tra Arenzano e Pechino. I dispositivi di protezione individuale hanno impiegato quasi due mesi ad arrivare a destinazione e, ad un certo punto, abbiamo temuto che fossero andati persi. A causa delle speculazioni relative a questa merce invece, abbiamo scoperto che la dogana italiana è molto severa ed effettua controlli accurati. Ci hanno inviato una documentazione corposa che abbiamo compilato e, finalmente dopo alcuni giorni, abbiamo ricevuto gli attesi scatoloni. Ringrazio di cuore il signor Yang Jing e il Beijing International Mountain Walking Festival Organizing Committee per la generosa donazione. La accogliamo come l’esempio di quanto lo sport possa unire in un legame fraterno popoli così lontani. La pandemia ha fermato la nostra marcia per il 2020, ma la solidarietà e l’amicizia continuano il loro percorso. Desidero quindi ringraziare gli amici di Pechino e  l’organizzazione IML, per la generosa donazione».