Scorri in basso per leggere l'articolo

FOTO – “Spiagge sicure”, arriva la sorveglianza nelle spiagge libere di Arenzano

Una domenica di sole ma con poco affollamento ad Arenzano, tanto che nel primo pomeriggio non c’era problema di parcheggio.

Forse ancora per la situazione delle autostrade e la paura di rimanere in coda soprattutto al rientro, molti hanno deciso di non arrischiarsi a trascorrere qualche ora in auto.

Intanto sono arrivati i controlli delle spiagge libere anche ad Arenzano, con la sorveglianza e la distribuzione di brochure informative a tutti i turisti. “Estate 2020 – Spiagge sicure” è il progetto al quale ha aderito l’amministrazione comunale, con il quale anche nelle spiagge libere si applicheranno misure comportamentali indispensabili, soprattutto in relazione all’emergenza Covid-19.

Si parte dalle misure generiche di prevenzione e contenimento del Covid-19 come lavarsi spesso le mani con il sapone o con un gel a base alcolica, coprirsi bocca e naso con fazzoletti monouso quando si starnutisce o si tossisce, mantenere la distanza minima di 1 metro dalle altre persone.

Sempre in materia Covid-19 si devono rispettare anche le distanze previste in spiaggia, cioè 3 m tra gli ombrelloni e 1,5 m tra le sedie con 10mq di area di rispetto del nucleo familiare.

Altre regole da rispettare sono quelle ormai note di non abbandonare rifiuti in spiaggia e ricordarsi che sulle spiagge libere vige il divieto di fumo.

Un capitolo a parte è quello dell’acquisto di merce contraffatta, che comporta una forte sanzione amministrativa. Bisogna ricordare che questa merce è di bassa qualità e spesso nociva per la salute e questo commercio danneggia le attività regolari creando concorrenza sleale e facendo chiudere le imprese togliendo quindi posti di lavoro. Inoltre sfrutta i minori e i soggetti deboli attraverso il lavoro nero e alimenta le attività illecite della criminalità organizzata.

 

X