FOTO – Tanti auguri Stevin: il compleanno nella Rsa Baglietto ai tempi del Covid-19

Come fare per far sentire meno soli gli ospiti delle Rsa, che pure in questo momento devono essere particolarmente tutelati?

Antonella Pollino, presidente dell’istituto Baglietto di Cogoleto, ha inventato un modo semplice ma efficace per permettere agli ospiti (anzi, ai “padroni di casa” come a lei piace chiamarli) di rimanere in contatto ravvicinato con i loro parenti, pur senza correre rischi.

Il distanziamento è garantito da una porta a vetri, e per sentire la voce basta utilizzare un apposito citofono (che viene sanificato prima e dopo ogni utilizzo). I parenti devono aspettare in auto il loro turno, in modo da non incontrare altre persone e attendere i tempi di sanificazione, ed è la struttura a chiamarli sul cellulare quando è tutto pronto. Piccoli gesti, che però diminuiscono la distanza fisica permettendo agli ospiti e ai loro cari di vedersi senza passare tramite lo schermo di un tablet, in videochiamata.

E proprio oggi uno degli ospiti della Rsa (in cui, sottolinea la presidentessa, non ci sono mai stati casi di Covid-19), Stefano, da tutti conosciuto come Stevin, ha compiuto 88 anni, e ha ricevuto una gradita sorpresa: sempre al di là della porta a vetri, le sue sorelle gli hanno fatto visita portandogli (o almeno facendogli vedere) una bella torta con tanto di candeline. Certo, non è come festeggiare tutti insieme intorno allo stesso tavolo, o riabbracciandosi, ma in tempi di coronavirus e di solitudine, anche solo questo pensiero è certamente un bel passo avanti.

Auguri, Stevin!