FOTO – Vesima, i cittadini denunciano: «”Giungla” a due passi dalle case e dal viadotto autostradale»

Dietro le case dello splendido borgo antico di Vesima c’è una “selva impenetrabile”, terreno incolto e abbandonato a se stesso che più volte ha fatto preoccupare i residenti. E su cui sono collocati alcuni piloni dell’autostrada A10.

Buchi nell’asfalto, rovi e sterpaglie, vecchie frane: a denunciarlo sono gli stessi cittadini che ci hanno inviato queste fotografie. «Tutte le vie di fuga dell’acqua praticamente non esistono più – commenta Raffaele Tarantini – sono tappate, e l’acqua piovana e dei rii va dove vuole perché non viene più convogliata: spesso e volentieri finisce anche nelle nostre case. E, compiendo il tragitto, abbiamo visto che sono cadute alcune parecchie frane, non sappiamo da quanto sono lì. Chiediamo più cura a chi deve mantenere il terreno: è a due passi dalle nostre case, ci sono i piloni dell’autostrada, ma a prescindere da ciò è di primaria importanza imparare a tutelare sempre l’ambiente anche per prevenire possibili danni dovuti al maltempo, come l’esperienza dei mesi scorsi purtroppo ci insegna».