FOTO – Voltri, il ristorante “La Voglia Matta”: prodotti locali, serate tematiche e diversi menu per tutti i palati

Pubblicità redazionale a cura di Cronache Ponentine. Per informazioni scrivere a info@cronacheponentine.com

Ristorante “La Voglia Matta
via Cerusa 63/69R, Genova Voltri
Tel. 010 6101889

A Voltri, a due passi dal capolinea del bus Amt 1, c’è un caruggetto che porta nel cuore del centro storico della delegazione: un mondo antico, un piccolo borgo all’interno delle mura storiche, forse poco conosciuto da chi non è del posto, ma raggiungibile molto facilmente.

Qui si trova il ristorante “La Voglia Matta”, aperto dal 2007 e gestito con passione dalla titolare Katia Baglini e dai giovani chef under 30 Simeone Bassan e Mattia Cella. Colpisce, entrando, la porta ricca di adesivi che ne attestano la qualità, dalla Guida Michelin ai Ristoranti d’Italia di L’Espresso.

Una gioia per il palato e… per gli occhi

Pareti e sedie colorati, abbondante cantina di vini a vista, decorazioni natalizie a ogni tavolo, dettagli curati, quadri e sculture di artisti del ponente genovese nelle sale. Insomma, un’esperienza sensoriale a 360 gradi, in cui la ristorazione si vive con il palato ma anche con gli occhi: «L’arte crea un’atmosfera più calda nel locale – spiega Katia – dunque esponiamo volentieri le opere di artisti locali, che sono anche in vendita. In questo momento ci sono quadri di Lella Benvenuto e Federico Palerma, e sculture di Francesco Cento. Ci piace creare commistioni di arte, gusto, abbinamenti con i vini».

Un occhio di riguardo per i prodotti stagionali a km zero, e per i piccoli produttori di vino

Katia è categorica: «Non si servono prodotti surgelati e anzi, stiamo molto attenti alla provenienza, privilegiando i prodotti del territorio e il pescato del nostro mare. Per fare un esempio, poco tempo fa abbiamo organizzato una serata tematica con i contadini di Vesima che ci hanno portato le loro verdure e ci siamo divertiti a cucinarle in modi originali, è un modo per imparare anche tante cose sulla nostra terra».

Anche i vini sono scelti con cura: «Abbiamo una ricca cantina in modo da abbinare sempre il vino giusto a ogni piatto, e seleziono attentamente piccoli produttori che lavorino nel modo più naturale possibile. Ci piace la filosofia dei prodotti che rispettano la terra».

Abbiamo detto prima che a “La Voglia Matta” non si servono prodotti surgelati, una scelta che permette di organizzare anche un menu più vario: «Cambiamo di frequente la nostra carta – prosegue Katia – perché utilizziamo i prodotti della stagione, inventandoci sempre qualcosa di nuovo a seconda di ciò che abbiamo a disposizione. Così riusciamo a ruotare le proposte e a cambiarle spesso, è una scelta apprezzata dai clienti a cui piace sperimentare e assaggiare ogni volta qualcosa di nuovo».

Tanti menu degustazione per tutti i gusti (e tutte le tasche)

Chi va a mangiare a “La Voglia Matta” ha più opzioni: ci sono le proposte alla carta, come in qualsiasi ristorante, ma la vera particolarità è costituita dai tanti menu degustazione studiati per tutti i gusti… e tutte le tasche.

Per quanto riguarda il menu “tradizionale”, abbiamo detto che le proposte variano spesso, ma i piatti forti sono quelli della tradizione rivisitati, come le trippe al curry, il cappon magro preparato alla maniera de “La Voglia Matta”, i tortelli ripieni di coniglio, il trancio di pescato con fondo bruno e cardi, e il gettonatissimo crudo d’autore, piatto che propone cruditè varie di pescato del giorno. Per gli amanti del crudo in particolare è stata studiata addirittura un’apposita sezione del menu con proposte originali come le ostriche con granita al lime e pepe, e sashimi con frutta di stagione e zenzero.

E poi ci sono i tanti menu degustazione: c’è quello “Per chi ha il tempo contato“, richiesto soprattutto in pausa pranzo, per una pausa veloce ma di qualità, a 15 euro, e poi “Per cominciare a conoscerci” con una scelta un po’ più varia. Non manca il menu “Genova Gourmet” con baccalà, pesto, bagnun di acciughe, e il “Gran crudo” che è il più prestigioso, con portate interamente a base di pesce crudo.

“La Voglia Matta” si dimostra anche attento alle tendenze, con i menu “Nè carne nè pesce” per i vegetariani e il menu “Vegano” per chi esclude tutti i prodotti di origine animale: qui le proposte variano spesso in base alle verdure di stagione. 

Per i più intraprendenti c’è il “Menu a sorpresa“: «Ovviamente chiediamo allergie e intolleranze – dice Katia – e poi domandiamo al cliente i suoi gusti, un indirizzo su cosa gli piacerebbe mangiare. E poi facciamo noi».

Non manca il più tradizionale menu bambini con proposte semplici e adatti a tutti, a 15 euro.

Da sottolineare che, per chi vuole iniziare con un aperitivo, si producono anche cocktail (e le bottiglie di alcolici sono anche in vendita).

Le serate a tema

Katia e il suo staff non stanno mai fermi: oltre al menu tradizionale e a quelli degustazione, vengono studiate anche serate tematiche per proporre piatti diversi, sempre all’insegna dei produttori locali. E sono ovviamente già al lavoro per i menu di Natale e Capodanno.

Le idee per le serate a tema (solitamente il venerdì) non mancano: «Ci piace proporre momenti in cui il cliente può anche scegliere cose un po’ particolari. Quest’estate abbiamo fatto uno speciale sul crudo di pesce con proposte diverse dal solito, poi non sono mancate le serate dedicate ai vini più particolari con i produttori, oppure ai muscoli, alla cucina bio, alla tradizione genovese, e quelle che avevano come protagonista il tartufo bianco. Insomma, cerchiamo davvero di “essere sul pezzo”, mettendo al centro la qualità e l’origine locale dei prodotti».

 

EVENTI (vai all'agenda completa) 

08:30
Arriva la 53° edizione del Concorso “Piccoli Artisti del Natale” a cura dei Frati Carmelitani Scalzi del Santuario del Gesù Bambino di Arenzano. Sono 9.000 i bambini e i ragazzi che dalla Polonia alla Repubblica[...]
Santuario del Gesù Bambino
14:00
I Junior Geoparker Beigua tornano in campo nel pomeriggio di sabato 25 con una passeggiata nella Foresta della Deiva di Sassello per raccogliere foglie, pigne, rametti e altro materiale naturale che servirà da ispirazione per[...]
21:00
Sabato 25 gennaio 2020 alle ore 21, il comico Paolo Migone – ospite fisso ed amatissimo di programmi tv quali Zelig e Colorado – porterà risate e allegria sul palco del teatro Il Sipario Strappato[...]
Teatro Il Sipario Strappato
00:00
Un appuntamento diventato ormai irrinunciabile per gli appassionati di fotografia. Non si sente neanche la fatica di svegliarsi prestissimo, quando fuori ancora è buio, se si sa che dopo qualche ora si potrà ammirare lo[...]
15:45
Come ogni anno Arenzano celebra il Giorno della Memoria, giornata istituita dall’Onu nel 2005 per commemorare le vittime dell’Olocausto, nel ricordo del 27 gennaio 1945 quando le truppe dell’Armata Rossa liberarono il campo di concentramento[...]
16:45
Giovedì 30 gennaio alle 16,45 appuntamento alla Biblioteca Civica di Arenzano con le “Letture favolose”. L’incontro è riservato a bambini da 3 a 6 anni con un gruppo al massimo di 15 componenti.
Biblioteca Civica "G. Mazzini"
17:00
Sabato 1 febbraio alle 17 a Villa Mina ad Arenzano, l’Unitre di Arenzano e Cogoleto presenta il libro “Il pellegrino” di Pietro Pinacci. All’incontro, a cura di Fabia Binci, sarà presente l’autore. Letture del Gruppo[...]
Villa Mina
08:00
Torna ad Arenzano la Corsa Podisitica del Roccolo, quest’anno al 28° appuntamento. La corsa non competitiva di 10 km si svolgerà domenica 9 febbraio con ritrovo alle ore 8 davanti al Circolo del Roccolo di[...]