Frana di Arenzano: a che punto siamo?

Siamo all’ennesima allerta meteo arancione, e dunque è molto probabile che nuovamente la via Aurelia all’altezza del Pizzo venga nuovamente chiusa (con allerta arancione viene chiusa solo quando piove). 

La situazione sul fronte della collina è ormai invariata da più di tre anni, tanto è passato ormai dall’imponente frana che era venuta giù il 19 marzo 2016. Un vero miracolo se non ci furono vittime: di lì a poco, sarebbe passata la Milano-Sanremo con centinaia di ciclisti, e per l’occasione la corsa, che era già in atto, venne dirottata in autostrada (foto).

La strada era rimasta a lungo chiusa, penalizzando soprattutto i commercianti e i cittadini di Arenzano, Vesima e Voltri. Da ricordare la manifestazione del giugno 2016 in cui migliaia di persone (circa 3000) erano scese in strada per chiedere ad Anas di riaprire l’Aurelia. Chi doveva andare in auto a Genova per motivi di studio o di lavoro, trovatosi costretto a prendere l’autostrada, ha dovuto anche scontrarsi con un sistema di rimborsi complicatissimo. Mesi dopo l’apertura a senso unico alternato, e poi la riapertura in entrambi i sensi di marcia.

Ma il problema della messa in sicurezza della montagna non è risolto, perché per volontà della Procura c’è un semaforo che regola l’apertura della strada proprio in quel tratto: con l’allerta meteo arancione (solo quando piove) e rossa (sempre) la strada viene chiusa, e non si può più passare. E sono davvero tanti i cittadini esasperati che chiedono che il problema venga risolto definitivamente (da segnalare, tra l’altro, che se ad Arenzano la chiusura dell’Aurelia viene comunicata tempestivamente tramite il servizio Telegram della Protezione Civile e con appositi cartelli, sono molti i cittadini che, arrivando da Voltri, si trovano la strada sbarrata dopo averla percorsa per un bel tratto senza segnaletica di avvertimento).

Anche perché la questione non riguarda solo Arenzano, Vesima o Voltri, ma tutta la Liguria: ad Arenzano infatti l’unica strada per poter andare verso Genova (e verso il levante ligure) oltre l’autostrada, è proprio l’Aurelia. Dunque con Aurelia chiusa causa allerta meteo, c’è da sperare che non succeda mai niente sulla A10, altrimenti la Liguria si ritrova tagliata in due e l’unico mezzo possibile diventa il treno. È già successo parecchie volte in passato, e anche in questi giorni in cui l’autostrada è spesso intasata verso Genova (purtroppo la viabilità post crollo ponte Morandi non aiuta), il rischio c’è.

Ma a che punto siamo? Perché la situazione non riesce a sbloccarsi?

Il Comune fin da subito si è costituito parte civile: il terreno franato è di un privato, e la magistratura ha imposto alla proprietaria (che nel frattempo è finita sotto processo) di mettere in sicurezza tutto il versante, perché così com’è ancora non va bene. Ma occorrono molti soldi – si parla di cifre a sei zeri – difficili da trovare per un’amministrazione (che agirebbe in danno, con il rischio di non rivedere più un euro), figuriamoci per un cittadino. Pare tra l’altro che la proprietà – che contesta il fatto che la responsabilità sia solo sua – abbia cercato di cedere, senza successo, il terreno allo Stato.

Si parla inoltre di mettere in sicurezza parallelamente anche il rio Giano, il piccolo rivo che scorre lungo la collina e che spesso si vede rigonfio quando piove. Per quanto riguarda questo intervento, il Comune ha un progetto preliminare per lavori da effettuare a monte di via Terrarossa e che porterebbe beneficio anche alla A10, per questo sta cercando di coinvolgere anche Autostrade. Ma risolverebbe solo in parte il problema che, nella sua totalità, riguarda l’intero fronte della collina.

Il Comune nei giorni scorsi sulle pagine del Secolo XIX ha lanciato l’idea di un commissario che possa intervenire, con fondi appositi stanziati dal Governo, per sbloccare la situazione ed eseguire i lavori in quest’area privata. Ma sostituire un privato non sarebbe cosa semplice, nemmeno per un commissario.

Insomma, la strada è ancora purtroppo molto in salita, per un classico caso “all’italiana” in cui – tra burocrazia e vicende giudiziarie – la fine pare ancora lontana.

EVENTI (vai all'agenda completa) 

21:00
Doppio appuntamento con la prosa al teatro Il Sipario Strappato di Arenzano (via Marconi 165): venerdì 13 e sabato 14 dicembre alle ore 21 andrà in scena “La favoletta della buona notte e la sedia[...]
Teatro Il Sipario Strappato
21:15
Ecco i film in programmazione per il fine settimana al Nuovo Cinema Italia di Arenzano: UN GIORNO DI PIOGGIA A NEW YORK (Commedia) Venerdì 13 dicembre: 21,30 Sabato 14 e domenica 15 dicembre: 15,30 –[...]
Nuovo Cinema Italia
00:00
Domenica 14 dicembre un’altra giornata con la Magia del Natale a Cogoleto. Dalle 10 alle 12 ci sarà “Facciamo Natale“, laboratori natalizi organizzati dai nidi presso la Croce d’Oro di Sciarborasca, mentre dalle 15 alle[...]
14:00
Ormai contiamo i giorni che mancano alle feste e anche nel Parco del Beigua si sente l’atmosfera natalizia. Così i Junior Geoparker saranno coinvolti sabato 14 dicembre in un laboratorio creativo a tema: si andrà in[...]
Foresta della Deiva
16:00
La sesta e ultima selezione della settima edizione di Liguria Selection, il music show per interpreti, cantautori e band emergenti si terrà sabato 14 dicembre alle 16 all’Orizzonte di Varazze. Anche per questa ultima tappa[...]
17:30
Sabato 14 dicembre alle 17,30 si terrà il tradizionale Concerto di Natale alla chiesa dei S.S. Martino e Alessandro nella Pineta di Arenzano. Il concerto, a cura dell’Accademia Musicale di Arenzano, vedrà protagonisti il coro[...]
Chiesa S.S. Martino e Alessandro
20:00
Ultima tappa del tour nazionale della Cooperativa Sociale Esperanto a Cogoleto dove il gruppo scout Agesci organizza una cena con i prodotti coltivati su beni confiscati, per sensibilizzare i cittadini nella lotta per la Giustizia,[...]
Ex asilo parrocchiale
21:00
Doppio appuntamento con la prosa al teatro Il Sipario Strappato di Arenzano (via Marconi 165): venerdì 13 e sabato 14 dicembre alle ore 21 andrà in scena “La favoletta della buona notte e la sedia[...]
Teatro Il Sipario Strappato