Il maltempo non è finito, torna l’allerta gialla per domenica con piogge e temporali

Il maltempo non è finito. Dopo l’allerta arancione sul centro e rossa su tutte le altre parti della regione delle ultime ore, con piogge molto forti, piene di fiumi e torrenti e mareggiate, una breve tregua e poi domani, domenica 4 ottobre, una nuova perturbazione raggiungerà la nostra regione.

Queste, dunque, le fasi dell’ALLERTA PER PIOGGE DIFFUSE E TEMPORALI TRA OGGI E DOMANI:

OGGI SABATO 3 OTTOBRE: CHIUSURA GIALLA SU B, C, E ALLE ORE 14. DALLE 20 ALLERTA GIALLA SOLO SUI BACINI GRANDI DI C (PROSEGUIRA’ PER TUTTA LA GIORNATA DI DOMENICA 4)

DOMANI DOMENICA 4 OTTOBRE: ALLERTA GIALLA SUL CENTRO LEVANTE (ZONE B, C TUTTI I BACINI, SOLO PICCOLI E MEDI PER LA ZONA E) DALLE 10 ALLE 23.59

LA SITUAZIONE

Le intense e persistenti precipitazioni sul Ponente regionale (nelle ultime 24 ore 386.4 millimetri a Poggio Fearza, 344 a Triora, 275.8 a Pieve di Teco, 236.8 a Colle di Nava, 223.6 a Passo Ghimbegna) hanno provocato piene anche eccezionali, come quella del Roya; piene si sono registrate sull’Argentina, il Centa, il Nervia, l’Arroscia, il Neva. Ora, in queste zone, il tempo va migliorando mentre, in mattinata, sono proseguite le piogge sul centro Levante, con intensità localmente tra moderate e forti (31.2 millimetri in un’ora a Statale di Né, 27.8 a Viganego, nel comune di Bargagli). Tra la serata di ieri e la notte venti di burrasca forte o tempesta da Sud/ Sud Est hanno interessato la fascia costiera con raffiche anche intorno ai 100 km/h mentre valori ben superiori sono stati toccati sui rilievi: 186 km/h a Fontana Fresca-Sori, 153 km/h a Diga di Giacopiane, 147 km/h a Tanadorso-Ronco Scrivia- e Monte Pennello, 143 km/h a Colle di Cadibona, 134 km/h a Casoni di Suvero, 126 km/h a Dego – Girini, 115 km/h a Framura. Il mare è stato fino a molto agitato lungo tutta la costa con mareggiate intense, in particolare sulle coste esposte a ostro e scirocco (altezza d’onda significativa fino a 4,5 metri e periodo di 8 secondi). Successivamente il flusso è ruotato da Sud Ovest, dunque, con mareggiata di libeccio.

Le condizioni meteorologiche non miglioreranno, però, in modo deciso: una temporanea tregua interesserà fino a domattina, soprattutto il centro Ponente mentre, a Levante, saranno possibili ancora fenomeni d’instabilità. Dalla tarda mattinata di domani, domenica 4 ottobre, invece, nuovo passaggio perturbato con piogge e temporali anche forti che interesseranno un po’ tutta la regione, concentrandosi maggiormente sul centro Levante.

Anche oggi saranno possibili mareggiate intense di libeccio su tutte le coste, fenomeni che domattina persisteranno sul Levante mentre altrove il moto ondoso calerà fino, comunque, a molto mosso o agitato. Infine i venti, che resteranno forti meridionali con raffiche di burrasca e qualche fase di temporanea attenuazione.

LE PREVISIONI

OGGI SABATO 3 OTTOBRE: dal pomeriggio piogge sparse e rovesci con cumulate fino a significative e intensità fino a moderate su C. Bassa probabilità di temporali forti su BCE, possibili allagamenti localizzati, danni puntuali per isolate raffiche di vento o trombe d’aria, grandine e fulmini, piccoli smottamenti. Osservare le opportune norme di autoprotezione. Venti forti meridionali con raffiche fino a burrasca (70-80 km/h) su ABCDE. Mareggiate anche intense su tutti i settori, per onda lunga di libeccio (periodo 8-9 sec.).

DOMANI DOMENICA 4 OTTOBRE: dalla tarda mattinata nuovo ingresso instabile con piogge diffuse e rovesci; quantità fino a significative su ABCE ed intensità fino a moderate su BCE. Alta probabilità di temporali forti o organizzati su BCE, bassa su AD. Venti forti dai quadranti meridionali con raffiche fino a burrasca 70-80 km/h su tutte le zone. Mareggiate su tutti i settori, al mattino ancora intense su BC per onda lunga di Libeccio. Moto ondoso in parziale calo dal pomeriggio.

DOPODOMANI LUNEDI ‘ 5 OTTOBRE:  nelle prime ore della notte e fino al mattino alta probabilità di temporali forti o organizzati su C, bassa probabilità su BE. Fenomeni in esaurimento a partire da Ponente. Venti forti di Libeccio su AC con raffiche fino a 50-60 km/h, in attenuazione nel corso delle serata. Nuovo aumento del moto ondoso con mare localmente agitato su A, agitato su BC con mareggiate di Libeccio (periodo 7-8 sec.).

Ricordiamo la suddivisione in zone del territorio regionale:

A: Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa

B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno

C: Lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Val Fontanabuona e Valle Sturla

D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida

E: Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia