Ilaria Murmura candidata alle regionali per la Lega: «Porterò i problemi del territorio in Regione»

Pubblicità elettorale a pagamento – Per informazioni: info@cronacheponentine.com

L’impegno principale è quello di portare i problemi del territorio in Regione, creando un “ponte” tra De Ferrari e il ponente genovese: Ilaria Murmura, 45 anni, che si divide tra la professione di avvocato e il mestiere di mamma (e la passione per il pianoforte, in quanto membro del consiglio direttivo dell’Accademia Musicale di Arenzano), è candidata in consiglio regionale alle prossime elezioni per la Lega, a sostegno del presidente uscente Giovanni Toti.

«Mi sono avvicinata alla politica grazie a Marco Tardito»

Il percorso politico di Ilaria inizia 20 anni fa, grazie a Marco Tardito, mancato a maggio a causa del Covid-19: «Ero studentessa universitaria, pendolare, in quanto ho sempre abitato ad Arenzano tranne una brevissima parentesi genovese – spiega – e sul treno ho conosciuto Marco. Era un entusiasta: mi parlava della Lega, dei problemi del territorio, ricordo un intero viaggio dedicato alla Stoppani di Cogoleto. E così ho aderito alla Lega prima come sostenitrice e poi, circa 15 anni fa sono diventata militante vera e propria».

Il Carroccio all’epoca era poco presente ad Arenzano: «Esatto, e sono fiera di aver iniziato il mio percorso politico proprio quando la Lega non era ancora così forte, crescere non è stato facile, ci è voluto l’impegno e la passione di tutti. Oggi vediamo alcuni che saltano “sul carro del vincitore”, io posso dire che da quando faccio politica sono sempre stata nella Lega, nelle vittorie e nelle sconfitte».

E oggi, dopo una lunga presenza nel direttivo arenzanese della Lega, e due campagne elettorali a livello locale, Ilaria – che è entrata in Fondazione Carige su proposta del Comune di Genova – punta alla Regione: «Devo ringraziare ancora una volta Marco Tardito, perché era stato lui a proporre il mio nome mesi fa. Mi impegnerò al massimo, glie lo devo». L’ultima campagna elettorale da candidata è stata tre anni fa, nella lista di centrodestra guidata da Maurizio Annitto: «Soprattutto in quel frangente si è creato un bel gruppo di giovani, grazie in primis all’impegno di Paolo Cenedesi; insomma l’impegno continua, a prescindere dal risultato».

I temi: trasporti, sociale, sanità

Ilaria è particolarmente interessata ai temi locali: «Se venissi eletta vorrei portare in Regione soprattutto le questioni legate a trasporti, sociale, sanità, anche al Maria Teresa in stato di abbandono. Penso sia importante che ad Arenzano ci sia un candidato della Lega, in appoggio al presidente Toti, che possa portare avanti le istanze del territorio».

Per quanto riguarda il tema dei trasporti, parecchio sentito a ponente, «è molto importante la questione degli orari dei treni; tempo fa era stato tolto un treno che ad Arenzano era fondamentale per le mamme che portavano i bimbi a scuola e poi dovevano andare a lavorare a Genova. Abbiamo fatto sentire la nostra voce, e il problema è stato risolto: è molto importante farsi sentire, sempre con i toni appropriati e nel rispetto degli altri. Bisogna provare a cambiare le cose, certo è un sacrificio di tempo e di risorse, ma lo si fa per il bene comune. E poi tengo molto alla forza del gruppo: uniti si vince».

Sul sociale e la sanità, «ci sono molte famiglie in difficoltà che si rivolgono ai servizi sociali, sono temi che vanno attenzionati. Anche la sanità, per cui la Lega si è molto spesa con l’ottimo lavoro di Sonia Viale, è un tema da continuare a seguire con attenzione, soprattutto in questo momento. E poi ad Arenzano penso all’ex ospedale Maria Teresa: qui bisogna sbrogliare le maglie della burocrazia. La struttura si è impantanata in problemi burocratici e di comunicazione tra vari enti, bisogna risolvere la questione: d’altronde la Lega ha voluto candidare persone competenti e preparate, è molto importante per risolvere i problemi del territorio».

Committente: Ilaria Murmura