In acqua con i campioni: l’arenzanese Davide Damonte Cola agli assoluti di nuoto di fondo

di Simone Farello

Basta leggere la lista dei partecipanti ai prossimi campionati italiani assoluti open di nuoto di fondo per capire di cosa stiamo parlando: ci sono Greg Paltrinieri, che solo una settimana fa ha stabilito nel Sette Colli a Roma il record europeo dei 1500 metri stile libero; Domenico Acerenza, plurifinalista mondiale ed europeo che con Paltrinieri si è aggiudicato l’argento a squadre in acque libere ai Mondiali del 2019 di Yeosu e Mario Sanzullo, già qualificato come il grande Paltrinieri alle Olimpiadi che si terranno nel 2021 a causa del COVID-19. E poi c’è Davide Damonte Cola, della Rari Nantes Arenzano, classe 2005.

L’appuntamento per questo parterre de roi è per mercoledì 19 agosto, per la 2,5 Km che si svolgerà nelle acque libere del Golfo di Baratti, Piombino, dove Davide avrà modo di fare un’esperienza preziosa nel suo già brillante percorso di nuotatore.

Il nuoto di fondo è una disciplina di eccellenza per l’Italia, che vanta diversi allori olimpici, ed è guardata con sempre maggiore attenzione dai campioni della piscina, come dimostra proprio l’esperienza di Paltrinieri.

Nelle acque libere servono tecnica, tattica (bisogna saper scegliere le traiettorie giuste) e tanto fisico perché gli atleti condividono il campo di gara senza essere separati dalle corsie. Per questo secondo i tecnici della Rari Nantes Arenzano “si va per mettere fieno in cascina“.

Ma non solo: Davide è l’ottavo atleta della Rari Nantes Arenzano che partecipa a un Campionato Assoluto, e lo fa a 15 anni grazie al merito acquisito con la dedizione e i risultati in gara, e confrontarsi con il meglio della propria disciplina è un’esperienza che oltre a formarlo si porterà dentro per tutta la vita.

In un periodo d’oro per il nuoto genovese, che dopo Martina Carraro esprime il neo primatista italiano dei 200 misti, il lavagnese Alberto Razzeti, Davide Damonte Cola si affaccia alla porta di un grande sogno. E come si dice, iniziare un sogno è già averne realizzato una parte, ed esserne all’altezza: in bocca al lupo, Davide!