La parola al Commercialista – Decreto n. 119, disposizioni urgenti in materia fiscale e finanziaria

Dott. Salvatore Muscatello – Laureato in Scienze Politiche indirizzo Economico presso l’Università di Genova. Appartenente al Corpo della Guardia di Finanza e componente della Direzione Distrettuale Antimafia di Genova con incarichi speciali fino al 2000. Dal 2001 Commercialista e Revisore contabile con studio in Via Sauli Pallavicino 4, Arenzano.

_______________________________________________________________________

DECRETO-LEGGE 23 ottobre 2018, n. 119 Disposizioni urgenti in materia fiscale e finanziaria. (18G00151) (GU n.247 del 23-10-2018): http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2018/10/23/18G00151/sg

Il Decreto Fiscale (D.L. n. 119/2018) è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 247 ed è già in vigore anche se segue il suo iter parlamentare e quindi saranno sicuramente previste ulteriori modifiche ed integrazioni. Vediamo intanto cosa prevede in sintesi:

Dichiarazione integrativa speciale

Al via la possibilità di integrare gli imponibili 2013-2016 fino a 100 mila euro per periodo e comunque non oltre il 30% di quanto dichiarato.

Processi verbale constatazione

La sanatoria comprende i PVC consegnati entro la data di pubblicazione del Decreto e quindi la data del 24 ottobre 2018, purché non siano stati notificati accertamenti o ricevuti inviti al contraddittorio.

Accertamenti

È possibile sanare, con lo sconto su interessi e sanzioni, gli avvisi di accertamento, di rettifica e liquidazione e gli atti di recupero notificati entro la data del 24 ottobre 2018, purché non siano stati impugnati e siano ancora impugnabili. Occorre aderire entro il 23 novembre 2018. 

Rottamazione ter

Definizione, con sconto di interessi e sanzioni, dei carichi affidati alla riscossione nel periodo 2000-2017. L’istanza di adesione dovrà essere presentata entro il 30 aprile 2019. Il dovuto potrà essere versato in 5 anni, con un massimo di 10 rate in scadenza il 31 luglio e il 30 novembre di ogni anno.

Stralcio mini-cartelle

Al via la cancellazione automatica entro il 31 dicembre 2018 dei carichi affidati alla riscossione nel 2000-2010 con valore residuo di mille euro (con capitale, interessi per ritardata iscrizione a ruolo e sanzioni).

Liti fiscali

La rottamazione delle controversie interessa le liti con l’Agenzia delle Entrate per cui è stato depositato ricorso in primo grado alla data del 24 ottobre 2018. Il dovuto è pari al 50% del valore della lite per chi ha vinto in primo grado e del 20% per chi ha vinto in secondo grado.

Associazioni Sportive Dilettantistiche

Possibilità di regolarizzare i periodi d’imposta 2013-2016 e di definire in via agevolata gli atti di accertamento e le liti pendenti.

Fatturazione elettronica

Moratoria di sei mesi per le sanzioni previste per il mancato rispetto degli obblighi di fatturazione elettronica: nessuna sanzione in caso di emissione della fattura elettronica entro il termine di effettuazione della liquidazione periodica Iva; riduzione dell’80% delle sanzioni se la fattura elettronica è emessa entro il termine di effettuazione della liquidazione Iva del periodo successivo. È, inoltre, previsto che la fattura possa essere emessa entro 10 giorni dall’operazione. Per quanto concerne l’annotazione delle fatture emesse, è stabilito che la stessa debba avvenire in apposito registro entro il 15 del mese successivo a quello dell’operazione.

Memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi

Dal 1° gennaio 2020 scatta l’obbligo per i commercianti al minuto. Mentre per i soggetti con volume di affari superiore a 400 mila euro, l’obbligo scatta già dal 1° luglio 2019.

 

***

Rubrica a cura del Dott. Salvatore Muscatello – Laureato in Scienze Politiche indirizzo Economico presso l’Università di Genova. Appartenente al Corpo della Guardia di Finanza e componente della Direzione Distrettuale Antimafia di Genova con incarichi speciali fino al 2000. Dal 2001 Commercialista e Revisore contabile con studio in Arenzano.