La parola al commercialista | Legge di bilancio 2018: le novità su giovani, famiglie e case

di Salvatore Muscatello

Approvata la legge di bilancio 2018. Vediamo nel dettaglio le novità per i giovani, le famiglie e le nostre case.

Detrazioni del 19% per gli immobili in caso di calamità
Viene introdotta una nuova detrazione fiscale sulle assicurazioni contro le calamità naturali, come terremoti o alluvioni per le polizze stipulate a partire dal 2018.

Cedolare secca
E’ stata prorogata di due anni 2018 e 2019 l’aliquota per la cedolare secca al 10% che si applica sui contratti
concordati.

2018 senza aumenti delle aliquote IVA
L’aliquota Iva al 10% salirà di 1,5 punti dal gennaio 2019 e poi di ulteriori 1,5 punti dal 2020, mentre quella del 22% aumenta di 2,2 punti dal 2019, di altri 0,7 punti dal 2020 e di un ulteriore 0,1 punti dal 2021.

Bonus cultura per i diciottenni
I giovani che compiono 18 anni nel 2018, attraverso apposita piattaforma online, hanno a disposizione 500 euro spendibili per l’acquisto di biglietti del teatro o del cinema, l’acquisto di libri e musica registrata, per l’ingresso ai musei.

Sport
Per la prima volta, si prevede un ‘pacchetto’ di misure dedicate esclusivamente allo sport, tra le quali l’istituzione di un fondo ad hoc destinato a tutelare la maternità delle atlete e misure di incentivazione di natura fiscale

Sconto per gli abbonamenti ai mezzi pubblici
Si possono detrarre dalle tasse, fino a 250 euro, le spese d’abbonamento per i trasporti pubblici locali, regionali e interregionali. Tra le novità anche l’agevolazione per gli accordi di rimborso di questi abbonamenti da parte dei datori di lavoro per i propri dipendenti.

Bonus per le assunzioni dei giovani under 30
Bonus permanente per l’assunzione di giovani under 30 che, per il solo 2018, vale anche per i contratti stabili per chi non ha ancora compiuto 35 anni. Nel testo si conferma lo sgravio del 50% dei contributi con tetto a 3 mila euro per 3 anni, che scendono a 1 solo anno in caso di trasformazione a tempo indeterminato di un contratto di apprendistato. Il bonus è senza limiti di età e sale al 100% per l’assunzione dall’alternanza scuola lavoro. 

Reddito di inclusione, fondo per la lotta alla povertà
Si rafforzano anche le misure per la lotta alla povertà con un assegno fino a 530-540 euro nei casi di famiglie numerose e un ampliamento della platea che può avere accesso al reddito di inclusione (Rei), con priorità sui nuclei nei quali è presente un disoccupato over 55.

Bonus energia e ristrutturazione giardini
Viene prorogato di un anno il bonus energia e quelli relativi alle ristrutturazioni energetiche e all’acquisto di mobili. Detrazione del 36% per una spesa fino a 5.000 euro, per la sistemazione a verde di aree verdi scoperte di edifici e immobili. Lo sconto è previsto anche per impianti di irrigazione e la realizzazione di pozzi, copertura a verde e giardini pensili. Scende dal 65% al 50% il bonus energia per infissi, schermi solari,
sostituzione impianti climatizzazione.

Ape sociale donna
Possibilità, per le donne, in determinate condizioni, con almeno 63 anni di età e che non siano titolari di pensione diretta, di percepire una indennità fino al raggiungimento dei requisiti per la pensione di vecchiaia.
E’ previsto anche l’ampliamento dei beneficiari riducendo i requisiti contributivi alle donne con figli. La riduzione è pari a 6 mesi per ogni figlio fino ad un massimo di 2 anni. Possibilità di beneficiare dell’Ape sociale anche in caso di scadenza di un contratto a tempo determinato, a condizione che il lavoratore, nei 3 anni precedenti la cessazione del rapporto, abbia avuto periodi di lavoro dipendente per almeno 18 mesi.

***

Rubrica a cura del Dott. Salvatore Muscatello – Laureato in Scienze Politiche indirizzo Economico presso l’Università di Genova. Appartenente al Corpo della Guardia di Finanza e componente della Direzione Distrettuale Antimafia di Genova con incarichi speciali fino al 2000. Dal 2001 Commercialista e Revisore contabile con studio in Arenzano.