Sole e caldo, l’emergenza coronavirus non scoraggia le uscite. Gambino: «Confido nel senso civico»

Giornata calda, quasi estiva, e la riviera oggi era affollata per l’occasione: tantissime le persone sulle passeggiate di Arenzano e Cogoleto (in foto il lungomare di Cogoleto) e nei locali, per prendersi qualcosa da bere o un gelato.

Il sole era davvero caldo: le temperature – segnate dai termometri delle farmacie – in alcuni momenti erano intorno ai 24 gradi, e non è stato difficile vedere sia a Arenzano sia a Cogoleto persone in t-shirt e sulle spiagge.

L’emergenza coronavirus dunque non scoraggia le uscite all’aperto, e il sindaco di Arenzano Luigi Gambino invita comunque ad attenersi alle misure indicate nell’ordinanza sindacale in applicazione del DPCM del 4 marzo 2020 e nelle locandine informative predisposte, come quella qua sotto.

«Chiedo a tutti, considerato il rapido evolversi della situazione epidemiologica sul territorio nazionale, il carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia, il conseguente dovere di tutelare la salute della cittadinanza, la massima collaborazione, con senso di responsabilità, nella compiuta applicazione di tutte le misure indicate nell’ordinanza sindacale in applicazione del DPCM del 4 marzo 2020 e nelle locandine informative che sono state predisposte. Vi chiedo quanto sopra al fine di mettere in atto tutte le possibili azioni di contrasto e di contenimento della diffusione del COVID-19. Confido nella massima collaborazione, nel senso civico e di appartenenza alla comunità, a tutela specialmente delle categorie più fragili» ha detto il primo cittadino.