Liliana Segre cittadina onoraria di Arenzano: il consiglio comunale approva all’unanimità

Liliana Segre insieme al Presidente della Repubblica Mattarella

È stata approvata all’unanimità, durante il consiglio comunale di giovedì scorso, la proposta di dare la cittadinanza onoraria di Arenzano alla senatrice a vita Liliana Segre, superstite dell’Olocausto e attiva testimone della Shoah.

Durante la seduta, l’amministrazione ha consegnato anche un piccolo dono all’Anpi di Arenzano – ritirato dal presidente Orazio Lo Crasto – con il fine di ringraziare l’associazione per il lavoro portato avanti nelle scuole.

«Ho sentito il dovere, in nome della comunità che rappresento, di non restare indifferenze a un imbarbarimento che sta contaminando la nostra società e di cui tutti ci dobbiamo sentire in parte responsabili» ha commentato il sindaco Luigi Gambino.

In seguito alla votazione, il consigliere leghista Paolo Cenedesi ha proposto di stanziare – come già accade ad esempio a Chiavari – una somma nel bilancio di previsione per mandare gli studenti più meritevoli di Arenzano a visitare i campi di concentramento e le foibe, «per contribuire a mantenere viva la memoria, e perché siamo contro tutti i tipi di totalitarismi».

Un progetto mandato avanti anche dalla Città Metropolitana, come ha ricordato la consigliera Daniela Tedeschi (ApertaMente Arenzano).